27 luglio 2017

"La bussola d'oro" di Philip Pullman - Salani - "Queste Oscure Materie, volume 1"

Buongiorno lettori, aspettando l'uscita del nuovo libro di Philip Pullman, Il Libro della Polvere (trovate i dettagli al nostro articolo, qui), facciamo un ripasso della trilogia delle Oscure Materie.

Iniziamo dal primo volume, La bussola d'oro.
Quando apparve nel 1995 riscosse immediatamente un enorme successo di pubblico e critica: la ricchezza dello stile, la profondità dei temi, la bellezza dei personaggi e soprattutto la vastità di un immaginario che coniuga il romanzo d’avventura e di formazione con i quesiti fondamentali della nostra filosofia (il destino e libero arbitrio, il caso e la necessità), ne fecero un caposaldo della letteratura per ragazzi, letto e discusso anche dagli adulti, da critici letterari, da scrittori d’eccezione. Oggi La bussola d’oro è un classico che va ben oltre il genere e la definizione di fantasy. Lyra è un’eroina, sventata e intrepida, intelligente e curiosa, in grado, con le sue risorse di ragazzina, di decifrare la verità dietro le macchinazioni dei potenti e di varcare il confine tra realtà e mondi diversi. I daimon – forme viventi dell’animo umano – gli orsi corazzati, le streghe sono personaggi icastici e indimenticabili, e l’universo creato da Pullman sfida la nostra immaginazione e stimola il desiderio di riflettere, confrontarci, capire.


Lyra vive al Jordan College di Oxford. Ma il mondo di Lyra è ben diverso dal nostro. Oltre l'Oceano c'è l'America, ma lo stato più importante di quel continente si chiama Nuova Francia; giganteschi orsi corazzati regnano sull'Artico; lo studio della natura viene chiamato "teologia sperimentale". E soprattutto ogni essere umano ha il suo daimon: un compagno, una parte di sé, di sesso opposto al proprio, grazie al quale nessuno deve temere la solitudine. Ma questo mondo sta per attraversare un periodo critico... 

Titolo: La bussola d'oro (Queste Oscure Materie #1)
Autore: Philip Pullman
Editore: Salani
Genere: Narrativa fantastica
Pagine: 366
Prezzo di copertina: € 19,80 edizione 2015
EAN: 9788869183195

«Da un’altezza incomparabilmente più alta rispetto a ciò che volonterosamente è definito fantasy, Philip Pullman riesce a vedere». 
Quirino Principe 

«È un romanzo che invita a una profonda riflessione morale. Scritto magnificamente, è un libro che sconvolge, commuove, diverte con meravigliose invenzioni. I molti livelli di lettura sono lì per chi sa coglierli, ma nessuno a rimane a bocca asciutta. E letto anche solo il livello semplice, è veramente una grande storia». 
The Times 

«Un racconto straordinario che inizia con una promessa e dona un intero universo».
Kirkus Review 

Di questo libro esiste anche la graphic novel, uscita nel 2015, che però racconta solo una parte della storia:


Autore: Philip Pullman, Oubrerie Clément, Melchior Durand Stéphane
Editore: Salani
Genere: Ragazzi
Pagine: 80
Prezzo di copertina: € 15,90
EAN: 9788869183171

Da questo libro è tratto anche l'omonimo film del 2007 diretto da Chris Weitz, che vede Nicole Kidman nel ruolo di Marisa Coulter. Il film vinse nel 2008 il Premio Oscar per i migliori effetti speciali. Il film inscassò 372 milioni di dollari, ma a causa della crisi economica del 2008, fu sospesa la progettazione degli altri due capitoli della saga.


Philip Pullman
Nato in Gran Bretagna, Pullman è vissuto in Zimbabwe e Australia, prima che la famiglia si stabilisse nel North Wales. Ora vive a Oxford. 
È autore di romanzi, racconti e adattamenti teatrali. 
Con La bussola d'oro (The Golden Compass), primo episodio della trilogia «Quelle oscure materie» (gli altri episodi sono La lama sottile e Il cannocchiale d'ambra, tutti editi in Italia da Salani), ha ottenuto numerosi riconoscimenti internazionali, tra i quali la Carnegie Medal e il Guardian Children's Fiction Prize.
The Golden Compass è anche un film realizzato nel 2007 da Chris Weitz con Nicole Kidman e Daniel Craig. Del 2009 il film The Butterfly Tatoo di Phil Hawkins, da un altro suo romanzo omonimo degli anni Ottanta.
Ponte alle Grazie ha pubblicato nel 2010 la sua originale rilettura della storia di Gesù Il buon Gesù e il cattivo Cristo.

2 commenti:

  1. sinceramente sono contento che il film non abbia avuto i seguiti anche perchè già in quello che hanno fatto hanno tagliato con l'accetta tutte le cose importanti (anche per colpa della chiesa) perchè volevano rendere la storia più per bambini.
    quindi io il film non lo considero nemmeno.
    havevo letto però, parecchio tempo fa, che avrebbero fatto una serie tv della trilogia... voi sapete nulla in proposito?

    RispondiElimina
  2. Ciao Dario, anche secondo noi le differenze tra il libro e il film sono troppe. Addirittura il finale!
    Nessuna novità sulla serie TV.

    RispondiElimina