5 dicembre 2017

"Il diario di Adam": il thriller di Jacopo Montrasi, per LunaNera Edizioni

Cari lettori, iniziamo il martedì con una nuova CacciaLibri. Vi vogliamo segnalare il libro dell'autore Jacopo Montrasi, edito da LunaNera Edizioni. Si tratta di un thriller che l'autore definisce tanatologico, con risvolti storici: "Il diario di Adam".

Titolo: Il diario di Adam
Autore: Jacopo Montrasi
Editore: LunaNera edizioni
Genere: Thriller
Uscita: 5 novembre 2017
Pagine: 298
Prezzo (ebook): € 2,99
EAN-13: 9788827507513

Il libro:
Achille Centanni e una vita perfetta. Una moglie, un figlio che adora, un lavoro prestigioso come responsabile dell'equipe psicologica di un hospice. 
Achille Centanni e una vita in frantumi. Abbandonato dalla moglie e tradito dalla legge sull'affidamento dei minori, lo psicologo si trova d'improvviso a confronto con la propria solitudine. Con la propria incapacità di accettazione riflessa nelle nebulose sfumature dell'alcol. Grazie al sostegno di Leila, collega e amica premurosa, Centanni riesce a mantenersi in equilibrio sulla sottile corda dell'esistenza.
Poi, l'incontro con Irene Eneri: una ragazzina, appena quindicenne e in fase terminale, che cambierà radicalmente l'uomo e, soprattutto, il suo ruolo in questa vita.
Un concatenarsi di inspiegabili eventi seguono la scomparsa di Irene dall'hospice, e sfociano in un inseguimento alla cieca, attraverso indizi disseminati su una pista ben delineata, seppur misteriosamente congegnata. 
Una storia nella storia.
Quando l'enigma appare risolto e la vicenda conclusa, inizia la verità. Un itinerario psicologico attraverso una prospettiva fatta di inimmaginabili gradazioni. Un viaggio intrinseco ed evolutivo nelle profondità dell'animo umano, una visione della società attuale, ormai specchio di violenza e crudeltà. Parole scritte, parole dure, parole vere.
Perché: «In natura esistono carnivori o erbivori. Devi solo scegliere cosa vuoi essere.»

L'autore:
Chi sono? Uno qualunque. Di quelli che ti sembra di aver già visto da qualche parte, ma non ricordi dove. Di quelli che incontri al supermercato mentre confronti il prezzo della pasta, o scegli un buon vino rosso. Lavoro, pago il mutuo, cerco di gestire al meglio la mia famiglia, i miei hobbies, i miei amici.
Scrivo da sempre, per esigenza personale.
Ho vissuto un’adolescenza turbolenta, e una giovinezza inquieta.
Ho fatto le mie scelte: di alcune mi pento, di altre no. Avrei potuto essere una persona diversa, forse migliore. Non importa. Il cammino che mi ha portato qui è quello che mi ha permesso di diventare l’uomo che sono oggi. E, tutto sommato, non mi posso lamentare.
Jacopo Montrasi è nato in un piccolo paese della provincia di Milano, nel 1976.

0 commenti:

Posta un commento