23 aprile 2018

[Evento] 23 aprile 2018: Giornata Mondiale del Libro e del diritto d'Autore

Oggi, 23 aprile 2018, ricorre la Giornata Mondiale del Libro e del diritto d'Autore. Una grande occasione per ricordare quanto sia importante la lettura, quanto possa insegnare e insegnarci diffondere questa passione.


Dal 1996 quando è diventata festa internazionale per volontà dell'Unesco, questa giornata si festeggia in più di cento paesi. Nota anche come Giornata del libro e delle rose, deve la sua origine a re Alfonso XIII, che nel 1926, istituì una Giornata del libro spagnolo, in Catalogna. Proprio in questa giornata la tradizione vuole che in Spagna, gli uomini regalino alle proprie donne una rosa. La consuetudine divenne presto radicata anche per i librai catalani: dare, per ogni libro acquistato, una rosa in omaggio.

"Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L’opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in sé stesso." (Marcel Proust)

Buona festa del Libro a tutti voi, cari lettori!
Filed Under: ,

[Letture] "Libri per sognare": Guia Risari vince il concorso con "La porta di Anne", Mondadori

Libri per sognare, edizione 2018: vince Guia Risari con La porta di Anne, Mondadori.

Con la premiazione del 13 aprile scorso, a Bergamo, Guia Risari è stata proclamata vincitrice del concorso di letteratura per ragazzi Libri per sognare, organizzato dal Gruppo Librai Ascom e che vede in giuria 500 piccoli lettori della provincia lombarda.

I ragazzi hanno letto, recensito e votato cinque libri:
  • LA VALIGIA DI ADOU , ZITA DAZZI  - Editrice Il Castoro – 2017 – 134 pag.
  • PAPA’ SULLA TORRE, FRANCESCO D’ADAMO - Giunti Editore – 2017 – 176 pag.
  • LA PORTA DI ANNE, GUIA RISARI - Editore Mondadori – 2017 – 192 pag.
  • IO NON CI STO! L’estate in cui divenni partigiana, GABRIELE CLIMA - Editore Mondadori – 2017 – 142 pag.
  • OLGA DI CARTA JUM FATTO DI BUIOELISABETTA GNONE - Editore salani – 2017 – 215 pag.

Ha vinto la seconda edizione del concorso:


La porta di Anne, Guia Risari, Mondadori (Cover)

È l'agosto 1944. Alle prime luci dell'alba, tra le vie di Amsterdam c'è una casa in cui tutti sognano. Peter sogna verdi colline da attraversare a cavallo. Auguste sogna una pelliccia. Otto sogna navi capaci di solcare ogni oceano. Margot sogna di nuotare in piscina. Fritz sogna la donna che ama. Edith sogna di tornare bambina. Hermann sogna di camminare in un prato. Anne sogna di diventare una scrittrice. Il sogno più grande, per tutti loro, è la libertà: rintanati in un nascondiglio da oltre due anni per sfuggire alle persecuzioni contro gli ebrei, aspettano che gli Alleati cancellino dall'Olanda e dal mondo l'incubo del nazismo. Ma in questa storia c'è anche il sogno del sottufficiale delle SS Karl Josef Silberbauer: lui vuole catturare otto persone nascoste in un vecchio edificio. E quel mattino, purtroppo, il sogno diventa realtà. Per la prima volta, un punto di vista inedito sulla vita di Anne Frank e degli occupanti dell'Alloggio segreto, nelle ore prima dell'arresto.

Titolo: La porta di Anne
Autore: Guia Risari, illustratore A. Floris
Editore: Mondadori
Età di lettura: 12 anni
Pagine: 167
Prezzo di copertina: € 16,00 - ebook € 4,99
Uscita: 12 gennaio 2016
ISBN: 978-8804658887


Guia Risari - Biografia

Guia Risari è nata nel 1971 a Milano, dove ha compiuto studi classici e si è laureata in Filosofia Morale all'Università Statale con una tesi su Jean Améry, lavorando come educatrice e giornalista per "L'Unità". Si è specializzata in Modern Jewish Studies alla Leeds University.
In seguito, si è trasferita in Francia, dove, oltre a scrivere e tradurre, ha insegnato e svolto ricerche in socio-critica, storia, letteratura orale e comparata delle migrazioni. 
Ha tenuto conferenze in varie università sulla filosofia morale, la letteratura concentrazionaria e delle migrazioni.
Ha tradotto saggi e romanzi dal francese e dall'inglese per Feltrinelli, e/o, Alet, Giuntina, White Star. Ha curato testi di poesia ed ecologia. È autrice di racconti, pubblicati su riviste e antologie. Per l'infanzia, ha pubblicato Pane e Oro (ill. C. Mariniello, F. C. Panini 2004), La macchina di Celestino (ill. C. Mariniello, Lapis 2006), Aquiles el puntito (ill. M. Taeger, Kalandraka 2006; Kalandraka-Italia 2008), Il Cavaliere che pestò la coda al drago (ill. I. Urbinati, Edt-Giralangolo 2008), La terre respire (ill. A. Sanna, MeMo 2008), La coda canterina (ill. V. Lopiz, TopiPittori 2010), Gli occhiali fantastici (ill. S. Rea, F. C. Panini 2010), Le chat âme (ill. G. Herbéra, MeMo 2010), Le Petit Chaperon bleu (ill. C. Pollet, Le Baron Perché 2012), El regalo de la giganta (ill. B. Martín Terceño, A Buen Paso 2013), Je m'appelle Nako (ill. M. Dulain, Le Baron Perché 2014).
Tra i testi surrealisti, Il pesce spada e la serratura (ill. F. T. Altan, Beisler 2007) e L'alfabeto dimezzato (ill. C. Carrer, Beisler 2007).
Un suo racconto, La pietra e il bambino, è portato in scena da Teatro Gioco Vita in Italia e Francia. Scrive e pubblica in quattro lingue. Lavora con case editrici, riviste, compagnie teatrali, radio e quotidiani. Interviene con laboratori e corsi di scrittura e lettura. Tiene conferenze e formazioni in scuole, università, biblioteche, librerie, festival.

Articoli correlati:
BambinieRagazzi "Elia il camminatore": il nuovo libro per bambini e ragazzi di Guia Risari
Filed Under: ,

[Recensione] "Io mi libro" di Alessandro Pagani

Librarsi contiene due parole essenziali:
libri e volo.

Volare: chi non ci hai mai pensato. A volte diventa un desiderio incontrollabile. Un bisogno così viscerale da farci immaginare la leggerezza, il momento in cui i piedi si staccano dal suolo, la posizione del volo stesso, i posti che potremmo vedere, la prospettiva. E dove finiscono tutte queste riflessioni? Nei sogni. Si sogna di essere liberi, di volare, di librarsi.

Questo libro è molto particolare. “Io mi libro” contiene il senso e il non senso di qualcosa di onirico. Esso stesso è onirico e sfacciatamente reale. Rappresenta, credo, un sentimento radicato ai confini della nostra pelle, fra pelle e aria. Quell’innata speranza che prima o poi, almeno per una notte, ci spuntino le ALI.
Dicevo che è particolare non solo per ciò che racconta, ma anche per come l’autore ha voluto presentarsi agli occhi di chi apre il suo libro e inizia a leggerlo. Infatti ciò che troverete sono tantissime frasi umoristiche, freddure direi, ben 500. L’autore ha voluto partire dal lato umoristico, da quel suo io poggiato a terra, per così dire. E passando per varie cose mai dette, consigli pratici, indizi e contraddizioni varie, arriva a quell’altra parte di lui, quella appunto onirica, che sogna la realtà dei fatti o, che dir si voglia, realizza la realtà dei sogni.

A un attento lettore, non saranno di certo sfuggite le ALI.

Ne “Il piccolo raccorto onirico”, parte finale del libro, in cui si parla proprio di ALI. Di quel desiderio accennato qui sopra. Di quello che si proverebbe o forse si prova davvero, nel saper volare. Nell’avere delle vere ALI. Della reALIzzazione di un sogno.

Alessandro Pagani racconta non tanto qualcosa di nuovo, ma qualcosa di radicato. La parte del racconto è quella che più ha catturato la mia attenzione e ha chiarito che dietro la sua ironia nel giocare con le parole e voler suscitare un sorriso, c’è forse un bisogno potente di ricordare a tutti che di sogni non solo si sogna, ma si può vivere. Forse non avremmo mai delle ALI per volare via, ma possiamo farlo ancora, usando noi stessi e le parole come mezzo per spostamenti fantastici. Io non amo particolarmente le freddure, non sono una che ride su barzellette o cose risapute, dette e ridette, però penso di aver capito il senso che l’autore ha voluto dare a una mossa ironica come questa. La preparazione a qualcosa di emozionante.
Come quando guardando qualcuno dopo che ci ha fatto ridere, ce ne innamoriamo.
(la Books Hunter Jessica)

Titolo: Io mi libro / Autore: Alessandro Pagani
Editore: 96, rue de-La-Fontaine Edizioni / Genere: Umorismo
Uscita: 29 gennaio 2018 / Pagine: 78
Prezzo (cartaceo): € 10,00 / ISBN: 9788899783822

Il libro:
Ogni nostra azione, atteggiamento o consuetudine si presta a diverse sfaccettature emblematiche. Nel contesto di quest'opera, l'autore ha cercato di immaginare diverse situazioni surreali che possono scaturire durante i nostri piccoli e grandi avvenimenti quotidiani nel corso del lavoro, nel tempo libero, tra le notizie di cronaca e attualità, nelle nostre consuetudini, e più in generale nel corso di ogni situazione paradossale che ognuno di noi, spesso a propria insaputa, può improvvisamente trovarsi ad affrontare: momenti generati dal teatro dell'assurdo, da presunte coincidenze derivate dall'ambiguità d'una parola, dal fraintendimento d'una frase, o dalla verve 'tragicomica' ed inconsapevole dei protagonisti.

L'autore:

Alessandro Pagani è nato nel 1964 a Firenze, dove vive e lavora presso l'Azienda Sanitaria. Da sempre è appassionato di poesia, letteratura e musica. Attualmente è batterista del gruppo rock Stolen Apple, con il quale ha fatto uscire l'album di debutto "Trenches" a Settembre 2016. E' anche componente della giura del concorso di poesie "Daniela Pagani e Manuela Masi" patrocinato dal Calcit Chianti Fiorentino, ed un assiduo volontario del Canile Del Termine di Sesto Fiorentino (Fi). Io mi libro è il terzo testo che scrive, dopo Perché non cento? e Le Domande Improponibili.
Filed Under:

[Prossime Uscite]: "Il balcone delle meraviglie" di Rossella Calabrò - Sperling & Kupfer

In uscita il 30 aprile 2018

Cosa hanno in comune un balcone, dei disegni, la vita, la cura, le piante, l'antistress, la meraviglia, l'ironia e, non da meno, il pandoro? Beh, la Calabrò, naturalmente! 
Se siete curiosi, ecco il suo nuovo libro e la sua biografia:

Il balcone della meraviglie, Rossella Calabrò. Sperling & Kupfer

Questo libro è dedicato a chi il pollice verde non l'ha (ancora), e non è nemmeno dotato del pollice rosa, quello che fa vivere le relazioni con se stessi e con gli altri in modo armonioso. Oppure ce l'ha un giorno sì e uno no. Troverete, in queste pagine, preziosi e inediti segreti raccontati con ironia e saggezza, per imparare a coltivare le piante mentre loro ci insegnano a coltivare la nostra vita. Perché ogni pianta racchiude un piccolo segreto di felicità. E, soprattutto, scoprirete la vera verità sul balcone, quella che nessuno ha mai osato rivelare, quella che non si trova sui vari manuali di giardinaggio, ma è frutto dell'esperienza diretta dell'autrice il cui pollice, tanti anni fa, era nero come il vostro. Completo di disegni antistress da colorare, il kit perfetto per imparare che «il tempo impiegato per curare le piante, in realtà cura anche noi».

Titolo: Il balcone delle meraviglie
Autore: Rossella Calabrò
Editore: Sperling & Kupfer
Pagine: 180
Prezzo di copertina: € 15,00 - ebook € 8,99
Uscita: 30 aprile 2018
ISBN: 978-8820065218

L'autrice:
Rossella Calabrò, di fede pandorista ortodossa, ama leggere, dormire, ridere, ballare. Parla fluentemente il gattese e traduce il clorofilliano a occhi chiusi. Di mestiere scrive libri e insegna scrittura creativa, perché a fare l'assaggiatrice di pandori o la ballerina non c'è riuscita. Per Sperling & Kupfer ha pubblicato i bestseller Cinquanta sbavature di Gigio, Cinquanta smagliature di Gina, Cinquanta sbavature di Gigio - il film, Il tasto G., Che palle il Natale e  Il bistrò dei libri e dei sogniPer Sonzogno Di matrigna ce n'è una sola, e per EmmaBooks Perché le donne sposano gli opossum?, Facebook per romantiche, La bambina-fiore, Danza d'amore per principianti, Farfalle sullo stomaco

Rossella Calabrò, biografia


Filed Under:

20 aprile 2018

Macbeth alla "Jo Nesbo": ecco come l'autore scandinavo affronta Shakespeare

Jo Nesbo si cimenta con una delle opere shakesperiane più amate di sempre, Macbeth, rivisitandola in chiave crime-novel, da vero maestro del noir. 
Dal 17 aprile, è in libreria per Rizzoli:

Jo Nesbo, Macbeth, Rizzoli

Anni '70, una città industriale sull'orlo del collasso fatta di fabbriche chiuse, disperazione, piazze di spaccio. Sotto l'eterna pioggia nera che la flagella, il poliziotto migliore che si muove per le sue strade è Macbeth. Un ex tossico, un uomo fragile dal passato turbolento, abbandonato da bambino, uno sbirro incline alla violenza. Ma è lui, con la sua squadra, a gestire con intelligenza una retata nell'area del porto, un'azione in grande stile che, finalmente, gli fa intravedere la possibilità di ottenere una promozione. E quindi guadagnarsi il rispetto degli altri, avere una vita migliore, e molto più potere, che è ciò che conta. Tutto questo è lì, a portata di mano: ma, pensa Macbeth, davvero mi lasceranno arrivare tanto in alto? Tormentato dalle allucinazioni, vittima di paranoie sempre più acute, Macbeth comincia, lentamente, a soccombere a se stesso e al tarlo dell'ambizione.

Titolo: Macbeth
Autore: Jo Nesbo
Editore: Rizzoli
Pagine: 616
Prezzo di copertina: € 20,00 - ebook € 9.99
Uscita: 17 aprile 2018


Jo Nesbo, Biografia

Jo Nesbo: (Oslo, 1960) è uno degli autori di crime più importanti al mondo. Della serie con protagonista Harry Hole, presso Einaudi ha pubblicato: Il leopardo, Lo spettro, Polizia, Il pipistrello, Scarafaggi, Nemesi, Il pettirosso, La stella del diavolo, Sete e L'uomo di neve. Da quest'ultimo è stato tratto l'omonimo film con Michael Fassbender.

Filed Under:

[Evento] Fiera dei Librai di Bergamo: lettori e scrittori, segnatevi questo appuntamento!

A Bergamo torna la Fiera dei Librai, che vedrà la sua 59esima alba proprio domani, 21 aprile, e che ospiterà librai, lettori e scrittori per un grande evento letterario che durerà fino al 6 maggio.


Fiera dei Librai, Bergamo. Locandina

Il Sentierone, nel centro storico, si trasformerà come ogni anno in una gigantesca libreria a cielo aperto.

Libri, reading, autori, e lettori di tutte le età: questo è il mix perfetto per questo prestigiosissimo evento, che ogni anno attira visitatori (e per fortuna!) da tutte le parti d'Italia.

Curiosi di conoscere qualche nome noto tra gli ospiti? Eccoli: 
Corrado Augias, Jan Brooken, Tiziano Scarpa,Eraldo Affinati, Iacopo Barison, Giorgio Vasta, Mauro Corona, Rosella Postorino, Mariapia Veladiano, Raul Montanari, Davide Sapienza, Daniele Ciprì, Marco Damilano.

Per tutte le info, visitate il sito della fiera.

[Prossime Uscite]: "Eleanor Oliphant sta benissimo", l'esordio esplosivo dell'autrice Gail Honeyman

IN USCITA IL 17 MAGGIO 2018

Un caso editoriale. Un esordio definito da qualcuno il più riuscito dell'anno. In corso di pubblicazione in ben 35 paesi. Definito un capolavoro, "Eleanor Oliphant sta benissimo" è un libro che secondo la stampa internazionale più autorevole, rimarrà negli annali della letteratura. Vincitore del Costa First Novel Award, diverrà presto un film.
L'autrice, Gail Honeyman, ha tracciato una protagonista in cui tutti possono riconoscersi, una storia di resilienza, di forza, di dolore, di speranza.

"Commovente e saggio. Leggetelo."
(People)

"Indimenticabile e vero."
(Daily Mail)

L’unica cosa che conta è rimanere fedeli a ciò che si è veramente.

Titolo: Eleanor Oliphant sta benissimo / Autrice: Gail Honeyman
Editore: Garzanti / Pagine: 352
Prezzo (cartaceo): € 17,90 / ISBN: 9788811672364
Prezzo (ebook): € 9,99 / EAN-13: 9788811603245
Uscita: 17 maggio 2018 / Genere: Narrativa

Il libro:
Mi chiamo Eleanor Oliphant e sto bene, anzi: sto benissimo.
Non bado agli altri. So che spesso mi fissano, sussurrano, girano la testa quando passo. Forse è perché io dico sempre quello che penso. Ma io sorrido. Ho quasi trent’anni e da nove lavoro nello stesso ufficio. In pausa pranzo faccio le parole crociate. Poi torno a casa e mi prendo cura di Polly, la mia piantina: lei ha bisogno di me, e io non ho bisogno di nient’altro. Perché da sola sto bene.
Solo il mercoledì mi inquieta, perché è il giorno in cui arriva la telefonata di mia madre. Mi chiama dalla prigione. Dopo averla sentita, mi accorgo di sfiorare la cicatrice che ho sul volto e ogni cosa mi sembra diversa. Ma non dura molto, perché io non lo permetto.
E se me lo chiedete, infatti, io sto bene. Anzi, benissimo.
O così credevo, fino a oggi.
Perché oggi è successa una cosa nuova. Qualcuno mi ha rivolto un gesto gentile. Il primo della mia vita. E all’improvviso, ho scoperto che il mondo segue delle regole che non conosco. Che gli altri non hanno le mie paure, non cercano a ogni istante di dimenticare il passato. Forse il «tutto» che credevo di avere è precisamente tutto ciò che mi manca. E forse è ora di imparare davvero a stare bene.
Anzi: benissimo.

L'autrice:
Gail Honeyman è nata e cresciuta in Scozia, ora vive a Glasgow, e fin dai tempi della scuola la scrittura per lei è stata non solo un’attitudine ma un sogno. Un sogno che ha custodito e coltivato per anni. Un sogno che è diventato un progetto a cui ha dedicato tutto il suo tempo: dalle pause pranzo alle notti di ispirazione. Quel progetto è Eleanor Oliphant sta benissimo, che oggi è un caso editoriale eccezionale, un bestseller.
Filed Under:

19 aprile 2018

[Notizia] I dodici del Premio Strega 2018

Annunciati questa mattina alle 11.00, presso la Camera di Commercio di Roma, i dodici finalisti del Premio Strega 2018, selezionati tra i 41 titoli proposti dagli Amici della Domenica. Con le nuove regole introdotte proprio in questa LXXII edizione, è stato raggiunto il record delle proposte.

Premio Strega 2018

Ma ecco i nomi degli autori che si contendono l'ambitissimo riconoscimento:

Marco Balzano, Resto qui, Einaudi

Carlo Carabba, Come un giovane uomo, Marsilio

Carlo D’Amicis, Il gioco, Mondadori

Silvia Ferreri, La madre di Eva, NEO Edizioni

Helena Janeczek, La ragazza con la Leica, Guanda

Lia Levi, Questa sera è già domani, Edizioni E/O

Elvis Malaj, Dal tuo terrazzo si vede casa mia, Racconti Edizioni

Francesca Melandri, Sangue giusto, Rizzoli

Angela Nanetti, Il figlio prediletto, Neri Pozza

Sandra Petrignani, La corsara. Ritratto di Natalia Ginzburg, Neri Pozza

Andrea Pomella, Anni luce, ADD Editore

Yari Selvetella, Le stanze dell’addio, Bompiani

Come sempre, feremo nei prossimi giorni un focus su ogni autore e libro di questa finale, quindi state con noi!

Filed Under: ,

Da non perdere: da oggi in libreria "Tutta la vita che vuoi", il nuovo romanzo di Enrico Galiano - Garzanti

Dopo il successo del romanzo d'esordio Eppure cadiamo felici, che a breve diventerà un film, proprio oggi, 19 aprile, torna in libreria Enrico Galiano con Tutta la vita che vuoi.

1/225 motivi per cui vale davvero la pena vivere: 
#1 Guardare le persone salutarsi nelle stazioni e negli aeroporti.

Tutta la vita che vuoi, Enrico Galiano - Garzanti

Tre ragazzi. Ventiquattr'ore. Una macchina rubata. Una fuga. Una promessa. Perché ci sono attimi che contengono la forza di una vita intera. Così intensi da sembrare infiniti. È un susseguirsi di quei momenti che Filippo Maria vive il giorno in cui, per la prima volta, riesce a rispondere a tono al professore di fisica che lo umilia da sempre. Appena fuggito da scuola vuole solo raggiungere Giorgio, il suo migliore amico che, immobile di fronte a una chiesa, si chiede perché non sia ancora riuscito a piangere al funerale del fratello. Poco dopo incontrano una ragazza che corre a perdifiato: è Clo. Basta uno scambio di sguardi e i tre si capiscono, si riconoscono, si scelgono. La voglia di vivere e di cambiare che hanno dentro è palpabile, impressa nei loro volti. Si scambiano una promessa: ognuno di loro farà quell'unica fondamentale cosa che, di lì a vent'anni, si pentirebbe di non aver fatto. Anzi, lo faranno insieme: Clo sa come aiutarli. Basta scrivere su un biglietto cosa li renderebbe felici. Lei ne ha uno zaino pieno, di motivi per cui vale la pena vivere: le nuvole quando sembrano panna o l'odore della carta di un libro... Ora spetta a Giorgio e Filippo trovare il loro motivo speciale per cominciare a vivere senza forse, senza dubbi, senza incertezze. Ma non sempre chi ci è accanto è sincero del tutto. Clo non riesce a condividere con loro la sua più grande speranza per il futuro. Perché a diciassette anni è difficile lasciarsi guardare dentro e credere che esista qualcuno disposto ad ascoltare i segreti che non siamo pronti a rivelare. Per farlo non bisogna temere che la felicità arrivi per davvero e afferrarla.

Titolo: Tutta la vita che vuoi
Autore: Enrico Galiano
Editore: Garzanti
Pagine: 415
Prezzo di copertina: € 17,90 - ebook € 9,99
Uscita: 19 aprile 2018
ISBN: 978-8811672326


Enrico Galiano, Biografia

Enrico Galiano è nato a Pordenone nel 1977. Insegnante in una scuola di periferia, ha creato la webserie Cose da prof, che ha superato i dieci milioni di visualizzazioni su Facebook. Nel 2015 è stato inserito nella lista dei 100 migliori insegnanti d’Italia dal sito Masterprof.it. Ogni tanto prende la sua bicicletta e se ne va in giro per l’Europa con uno zaino, una penna e tanta voglia di stupore. Eppure cadiamo felici è il suo primo romanzo.

Un solo attimo può contenere tutta la forza dell’infinito.

Filed Under:

Civitavecchia-Porto Torres-Barcellona: lettori, tutti a bordo della NAVE dei LIBRI!

La Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d'Autore è una celebrazione sempre più sentita in tutto il mondo, per la gioia e l'orgoglio di noi lettori. In Catalogna, il giorno di San Giorgio diventa la grande festa dei libri e delle rose: è tradizione infatti, che un uomo regali una rosa a una donna, dalla quale riceve in cambio un libro. E cosa c'è di più romantico? 
Il fenomeno sta assumendo talmente rilievo a livello culturale da attrarre turisti da tutto il mondo. 
Dalla nostra splendida Civitavecchia, il 21 aprile, salperà la Cruise Barcelona della Grimaldi Lines, la nave dei libri, che ospiterà a bordo scrittori, registi e attori, protagonisti di un calendario ricco di reading, proiezioni di film, incontri.

La Nave dei libri, Grimaldi Lines, Civitavecchia-Porto Torres-Barcellona

Se siete curiosi di scoprire il programma della "mini crociera letteraria", visitate il sito Grimaldi Lines.

E voi, cosa farete il 23 aprile per celebrare la festa?

Filed Under:

[Prossime Uscite]: "Spifferi" di Letizia Muratori. Una "guida" per acchiappafantasmi letterari

IN USCITA IL 26 APRILE 2018

Si aprono da sole,
 le finestre. Anche la notte.
C’è un fantasma.

Come una matrioska che nasconde nella sua pancia un susseguirsi di mondi, Spifferi trascina il lettore lontano dalla superficie finché – e ognuno lo farà a modo suo – non senta d’aver afferrato qualcosa che somiglia a un fantasma, intrappolato o sprigionato dalle parole.

Titolo: Spifferi / Autrice: Letizia Muratori
Editore: La Nave di Teseo / Genere: Narrativa
Uscita: 26 aprile 2018 / Pagine: 112
Prezzo (cartaceo): € 17,00

Il libro:
Un molestatore telefonico che a poco a poco entra nella quotidianità delle sue vittime fino a quando la vita non dovrà scardinare l’abitudine aprendo a un’improvvisa avventura; un vecchio amico eccentrico, fanatico, razionalissimo e al tempo stesso matto, perso nel suo labirinto prima di andarsene alla deriva inseguito da una banda di medium; lo spettro di un bracco in una villa toscana dove vive una fantasmatica famiglia israelita; una coppia di omosessuali e il complicato rapporto con la madre surrogata del loro bambino in un continente lontano; storie di stranieri in Italia, osservati da angolazioni spiazzanti, fra il rischio di sparire, di non essere riconosciuti o addirittura respinti.

Da Roma alla Toscana, dalla Valtellina alla Virginia, sei racconti incatenati fra loro da una scrittura ironica, concreta e sognante. Una guida per acchiappafantasmi letterari che perlustra case e famiglie, sensitivi e animali, fra chi brama di riportare qualcuno in vita e chi desidera solo sfuggire alla morte o alla memoria.
Perché il punto non è credere ai fantasmi, ma alla forza dei propri desideri, senza rinunciare a una corrente aerea di umorismo e ai nostri più profondi e intensi spifferi vitali.

L'autrice:
Letizia Muratori è nata a Roma, dove vive e lavora. Nel 1995 si è laureata in Storia del teatro. Nel giugno del 2004 esordisce con il racconto Saro e Sara. Nel 2005 pubblica il suo primo romanzo, Tu non c’entri. Collabora con vari giornali e riviste. Ha pubblicato: La vita in comune (2007), La casa madre (2008), Il giorno dell’indipendenza (2009), Sole senza nessuno (2010), Come se niente fosse (2012) e Animali domestici (2016).
Filed Under:

18 aprile 2018

Parigi, novembre 2015: Erwan Larher racconta la sua terribile notte al Bataclan

Chi di noi non ricorda la terribile notte del 13 novembre 2015, quando al teatro Bataclan di Parigi si consumava una strage di vite per mano dei terroristi? 
130 furono i morti, e tra i numerosi feriti c'era qualcuno che tre anni dopo, ha voluto raccontare la terribile esperienza vissuta, quando l'anima era pervasa dal terrore e il corpo ferito da due colpi di kalashnikov. 

Lui è lo scrittore Erwan Larher e questo è il libro che mai avrebbe voluto scrivere:

Il libro che non volevo scrivere, di Erwan Larher - Ponte alle Grazie

Alle 21,40 del 13 novembre 2015, tre terroristi legati all’ISIS fanno irruzione nel teatro Bataclan, a Parigi, armati fino ai denti. Nelle ore successive uccidono 130 persone e ne feriscono circa 360. Fra i feriti, un solo scrittore, Erwan Larher. Fortunata coincidenza, essere al centro della Storia e uscirne vivo, per chi vive di storie. Ma come venirne a capo quando la storia in questione è privata e pubblica, lutto collettivo e tragedia personale? Raccontare è difficile, quasi eticamente scorretto, e l’equilibrio fra io e noi impossibile da accordare. Per un anno, Larher rifiuta interviste e dichiarazioni pubbliche. Fino al momento in cui, richiamato al dovere che il ruolo gli impone, dopo una lunga elaborazione del lutto, il libro comincia a colargli fra le dita. Il risultato è un «oggetto letterario» anomalo, drammatico e ironico, divertente e desolato, in cui i tragitti del Caso (o del Destino) attraversano l’infanzia borghese, l’adolescenza da rocker in erba, l’età adulta da discografico-scrittore, e portano Erwan nell’occhio del ciclone. Accanto a lui, in un gioco di alternanze, le testimonianze dirette di familiari, amici più o meno intimi, compagne, nella loro versione del dramma. Di fronte a lui, un alter ego, Iblis, materializzatosi dal lato oscuro della sua (nostra) stessa marginalità, armato di kalashnikov.

Titolo: Il libro che non volevo scrivere
Autore: Erwan Larher
Editore: Ponte alle Grazie
Pagine: 253
Prezzo di copertina: € 16,00 - ebook € 9,99
Uscita: 5 aprile 2018
ISBN: 978-8868338619

Erwan Larher - Biografia

Erwan Larher è nato a Clermont-Ferrand nel 1970. Lavora nell’industria musicale fino ai trent’anni, quando la lascia per dedicarsi alla scrittura. Ma continua ad ascoltare e ad amare il rock, a fare il paroliere, a scrivere serie TV. Di recente ha fondato a Poitiers una residenza per scrittori. Il libro che non volevo scrivere è il suo quarto romanzo, ed è quello che gli ha procurato la notorietà.

Filed Under:

Settimana letteraria da non perdere: torna "Torino che legge"

Proprio in questi giorni, fino a lunedì 23 aprile, il capoluogo piemontese si anima di libri, storie, volti e voci.
Ecco Torino che legge:

Torino che legge 16-23 aprile 2018

Giunge alla sua quarta edizione questo importante evento che, celebrando la Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d'Autore, abbraccia il mondo letterario a 360°, con uno sguardo attento allo spettacolo, al teatro, al cinema e alla musica. 

Il calendario prevede oltre 300 eventi dedicati a grandi e piccoli, dal centro città alla periferia: incontri, reading, conferenze, laboratori.

Tra gli ospiti: 
Gianrico Carofiglio, Giuseppe Culicchia, Sandra Petrignani, Margherita Oggero, Bruno Gambarotta, Maurizio De Giovanni, Enrico Pandiani, Tiziano Scarpa, Marco Balzano, Paolo Di Paolo, Enrico Remmert, Martino Lo Cascio, Giusi Marchetta, Marcello Simoni, Laura Pariani, Andrej Longo, Guido Quarzo, Sofia Gallo, Giua e Pier Mario Giovannone.


Filed Under:

17 aprile 2018

Lettori, non perdetevi l'esordio di Sophie Kinsella nel mondo letterario dei più piccoli: è in libreria "Io e Fata Mammetta!

Sophie Kinsella ci ha sempre regalato romanzi ironici e scoppiettanti, e dopo essersi cimentata nel suo primo YA, ora ci stupisce con un libro "al di fuori delle righe": dedicato ai piccoli (in pratica da 0 a 99 anni) è in libreria Io e Fata Mammetta.
Parola d'ordine: Leggiridù!

Io e Fata Mammetta di Sophie Kinsella (Mondadori)

A presentare il libro, è la stessa autrice:

Caro lettore,
da piccola io leggevo tantissimo. Adesso che sono mamma di cinque bambini, mi rendo conto di quanto sia importante leggere delle storie ai propri figli, e adoro il magico mondo dei libri per bambini.
Perciò sono davvero felice di presentarvi il mio primo libro per i più piccoli. E’ un progetto nato quando mettevo a nanna i miei bambini, e inventavo per loro le storie di Fata Mammina e di Ella. Loro ridevano, e anche io mi divertivo tanto , così ho deciso di far conoscere questi personaggi a un pubblico più ampio.
Il mondo di Ella e della sua mamma magica è, per molti versi, reale. Ella va a scuola e gioca con i suoi amici. La sua mamma lavora in ufficio ed è normalissima …tranne quando si trasforma in una fata! I miei figli andavano matti per il telefono della mamma di Ella, che si trasforma in una Smart Bacchetta. E tenevano d’occhio il mio cellulare. Era per caso una bacchetta magica anche lui? Era possibile che io in segreto fossi una fata?
Mi è piaciuto tanto raccontare proprio questo, la combinazione tra vita reale e magia, e anche il rapporto tra Fata Mammina e la sua fantastica e intelligentissima figlia Ella. Ella è una straordinaria eroina, e spesso è lei a sistemare le cose. Diventerà la fata più in gamba del quartiere, aspettate solo che cresca!
Ella e Fata Mammina imparano molto dalle loro strampalate avventure e spero che certe lezioni siano utili anche per i lettori. Ma soprattutto spero che tutti quelli che leggeranno o ascolteranno queste storie sorridano, ridano, si divertano… e si ritrovino con un pizzico di magia nella loro vita.
Leggiridù!

Titolo: Io e Fata Mammetta
Autore: Sophie Kinsella
Editore: Mondadori
Pagine: 171
Prezzo di copertina: € 12,90 - ebook € 6,99
Uscita: 20 marzo 2018
ISBN: 978-8804684237

Sophie Kinsella è una delle autrici di bestseller più famose al mondo. Il suo successo ha avuto inizio nel 2000 con il primo romanzo della serie I love shopping. Ha inoltre scritto Sai tenere un segreto? (2003), La regina della casa (2005), Ti ricordi di me? (2008), La ragazza fantasma (2009), Ho il tuo numero (2011), Fermate gli sposi! (2013), La mia vita non proprio perfetta (2017) e Dov'è finita Audrey?, il suo primo romanzo young adult (2015), tutti pubblicati da Mondadori. Vive a Londra con il marito e cinque figli. Ha venduto 40 milioni di copie nel mondo. Io e fata mammetta è il primo libro per ragazzi di Sophie Kinsella.

16 aprile 2018

Prossime Uscite: il secondo capitolo della trilogia "Absence" di Chiara Panzuti

IN USCITA IL 10 MAGGIO 2018

Torna Chiara Panzuti con il secondo capitolo della sua trilogia "ABSENCE", che vi avevamo segnalato lo scorso giugno.

In questo nuovo capitolo, L’altro volto del cielo, le coordinate fornite dal misterioso uomo in nero conducono Faith e i suoi compagni a Est. Il siero che li rende invisibili comincia a danneggiare il fisico dei ragazzi, per i quali la conquista dell’antidoto si fa sempre più indispensabile. Soltanto Faith sembra resistere agli effetti collaterali e sviluppare sempre più prontezza fisica e mentale. Dopo uno scontro violentissimo con una squadra avversaria nella base navale di Changi Bay, Singapore, la ragazza, esausta per la lotta, perde coscienza e viene catturata. I suoi carcerieri, membri della stessa organizzazione ideatrice del siero, hanno un’insinuante proposta da farle: unirsi a loro. Tormentata dai sensi di colpa ma affascinata dalla possibilità che le viene offerta, Faith dovrà scegliere tra il suo gruppo, i suoi amici, e un futuro indipendente in cui far sviluppare le proprie doti di combattente, dimentica di tutti e da tutti dimenticata. Potranno l’amore e la lealtà verso ciò che ha di più caro convincere Faith a non cedere alla seduzione della forza?

Titolo: L'altro volto del cielo - Absence #2 / Autrice: Chiara Panzuti
Editore: Fazi Editore / Genere: Young Adult, Paranormal Fantasy
Uscita: 10 maggio 2018 / Pagine: 200
Prezzo (cartaceo): € 15,00 / ISBN: 9788893251457

Il libro:
Dopo Il gioco dei quattro, è in arrivo L’altro volto del cielo, il secondo volume della trilogia young adult Absence, l’incredibile storia di un gruppo di ragazzi diventati invisibili, alla ricerca di una soluzione che permetterà loro di tornare a casa. Il libro Nel Gioco dei quattro, primo capitolo della trilogia di Absence, Faith Meyers ha 16 anni e si è da poco trasferita a Londra per iniziare una nuova vita. Un imprevisto sconvolge però i suoi piani: qualcuno le somministra un siero che la cancella dal mondo e dai ricordi dei suoi cari. In preda all’angoscia, Faith si unisce a Jared, Christabel e Scott, vittime della medesima sorte, insieme ai quali segue le indicazioni di un uomo misterioso fino all’estremo Sud del mondo, prima tappa di un percorso che vedrà i quattro concorrere con altre due squadre per riconquistare la visibilità e il controllo del proprio futuro.4

Riepilogando:
Absence #1 - Il gioco dei quattro
Absence #2 - L'altro volto del cielo (10 maggio 2018)
Absence #3 - La memoria che resta (di prossima pubblicazione)

L'autrice:
Chiara Panzuti nasce nel 1988 a Milano, città in cui attualmente vive. Diplomata in studi classici, frequenta un corso di Illustrazione e Animazione Multimediale presso l’Istituto Europeo di Design. Coltiva la passione per la scrittura da quando è piccola.
Filed Under:

[Recensione] "Lealtà" di Letizia Pezzali

Mi ossessiono di te.

C’è un misterioso meccanismo che ci conduce verso le altre persone. Un movimento lento, che vien da dietro le nostre pareti epidermiche. Una strisciante sensazione, mai provata prima che ci spinge a crederle nostre. È così che nasce l’ossessione: l’amore che prende forma, il pensiero che mai si interrompe, le mani che vorrebbero sempre toccare e far restare, trattenere e che non smettono mai di cercare. È proprio qualcosa di cui forse ci si rende conto solo dopo, quando tutto bruscamente viene a mancare, si inceppa, diventa incontrollabile da gestire, quando l’epidermide implode e tutto quel sentimento diventa liquido e devastante come un fiume in piena. L’invincibilità di un sentimento, che diventa la rivelazione più difficoltosa di noi.

Giulia lavora nel mondo delle banche, a Londra. Un mondo dove le persone spesso sono prive di qualcosa di tattile, preferendo la leggerezza del volatile. Sono facciate in disuso, sorrisi di circostanza. Giulia racconta a se stessa cosa è stato della sua vita, come si sia ritrovata a Londra; di quel giorno in cui conobbe Michele all’Università, lo stesso Michele che dalla banca dove lei lavora se n’è andato tempo prima che lei ci entrasse a lavorare e per cui mai si è capito il vero motivo, che invece pare essere meno misterioso per Seamus, il capo. Giulia vive con quel rapporto legato a sé, quello con Michele. Un uomo vent’anni più grande di lei, per cui aveva sviluppato una forte ossessione amorosa, che aveva desiderato e desiderava più di qualsiasi altro uomo o cosa. Un passione erotica, spinta fin nelle ossa, in un mondo di comunicazione digitale, calcoli e finte opinioni.
“Alcune persone sono, per natura, abili nella semplificazione, soprattutto se c’è una corrente erotica di mezzo. I più abili sono quelli che non lo danno a vedere: appaiono sempre distratti e non lo sono quasi mai”.

L’ossessione comunicativa di Giulia è data da un calcolo preciso: quanto più cresce il suo interesse per Michele, tanto più sente il bisogno di comunicarglielo in ogni modo scritto. Spesso lontani, si trovano ad avere come unico mezzo il cellulare. Giulia scrive tanti, troppi messaggi a Michele, è un bisogno primario, la necessità assoluta di avere una risposta, qualunque essa sia: la presenza. Il desiderio cresce in proporzione. Giulia non dice ti amo, Giulia non parla in questi termini, parla in presenze. Michele a un certo punto è costretto a frenarla, a farle presente di questa ossessione comunicativa che caratterizza il loro rapporto. È come se Giulia volesse entrare dentro Michele e accoccolarsi lì, così per sempre.
Questo fa di Giulia una porta chiusa nei confronti di tutto il resto del mondo. La relega al sentimento per Michele.
“Cara Giulia, «Un Paese come l’America non potrà mai fallire: basta che stampi moneta e ripaghi il debito». La frase precedente equivale a dire che i ladri non entreranno mai in casa mia perché, se solo ci provano, io do fuoco alla casa.”
Questo è come Gabriele, un altro uomo, qualcuno che cerca di entrare nel mondo di Giulia, vede la sua vita: come una casa che piuttosto che ospitare si dà alle fiamme. Ma Giulia è solo priva di uno specchio dentro cui guardare, dentro cui cercarsi al di là dell’epidermide.

Quando ho iniziato a leggere “Lealtà” credevo di trovarci una storia diversa, solo qualcosa di riconoscibile. In realtà, di fianco a esso, c’è il desiderio meno facile da esporre di raccontare quello che è stato davvero. Come quando Michele dice a Giulia che semmai un giorno avesse raccontato la loro storia, avrebbe dovuto farlo con lealtà, lasciando a chi ascolta la possibilità di tirare delle vere conclusioni: un segno di apertura per quello che siamo stati. La vera natura delle cose. Il perché siamo qualcuno piuttosto che qualcun altro.
Senza eccessi questa storia racconta dell’iperbole segreta dei sentimenti quando diventano impeto e devastazione senza devastare altri che noi che li racchiudiamo e che nemmeno ce ne accorgiamo. Non è l’amore per un uomo più grande, è la mancanza, il bisogno di avere con sé. È che la comunicazione spesso si fa fragile e senza toni, si abitua alle necessità del vivere perdendo forza e acquisendo solo spazi di parole.
“Lealtà” è forse il bisogno di essere abbracciati e spinti oltre ciò che vediamo di noi.
È un libro tosto, scritto bene, con lealtà.
(la Books Hunter Jessica)

Titolo: Lealtà / Autrice: Letizia Pezzali
Editore: Einaudi / Pagine: 280
Prezzo (cartaceo): € 17,00 / ISBN: 9788806232610
Prezzo (ebook): € 9,99
Uscita: 23 gennaio 2018

Il libro:
Il desiderio non si impara e non è prevedibile. Esplode, crolla o si consolida seguendo percorsi caotici, come i mercati finanziari. Eppure contiene la nostra storia. Questa, almeno, è l'esperienza di Giulia, trentaduenne che lavora a Londra in una banca d'affari, un luogo fondato su regole quasi religiose dove lei si muove lontana dalla felicità ma non a disagio. Il contesto in cui vive è particolare: molto denaro, pochissimo tempo libero, rapporti che, fatta eccezione per il sesso, mirano soprattutto al mantenimento della reputazione. Un ecosistema privilegiato che il resto della società, estranea ai grattacieli di Canary Wharf, il grande centro direzionale sulle rive del Tamigi, guarda con sospetto. In quello stesso mondo, prima del suo arrivo, conduceva la propria esistenza anche Michele, un uomo sposato verso cui al tempo dell'università, a Milano, lei aveva sviluppato un'ossessione sentimentale ed erotica. Michele si è licenziato, il motivo reale nessuno lo conosce, ma in qualche modo nella sua scelta c'entra Seamus, il brillante capo di Giulia, che in un mattino speciale, dalla colorazione esasperata e incerta, pronuncia il suo nome. L'effetto è quello di un vaso che si apre. In maniera compulsiva Giulia si trova a ripercorrere una vicenda che credeva sepolta, a indagare la dimensione emotiva del dolore e dell'amore, la loro origine genetica. A interrogarsi sulla fragilità che, al di là delle differenze, al di là delle generazioni e delle consuetudini, ci riguarda tutti in quanto esseri umani.

L'autrice:
Letizia Pezzali è nata a Pavia nel 1979 e ha lavorato per anni a Londra in una banca d'affari. L'età lirica (Baldini & Castoldi 2012), il suo primo romanzo, è stato finalista al Premio Calvino. Per Einaudi ha pubblicato Lealtà (2018). I diritti di traduzione di Lealtà sono stati venduti in sette Paesi prima ancora della sua uscita nelle librerie italiane; i diritti cinema/tv sono stati opzionati da una casa di produzione internazionale.
Filed Under:

13 aprile 2018

Parola d'ordine per questo weekend 14-15 aprile 2018: divertimento! Al Volandia Comics & Games.

Cari lettori, il fenomeno Comics è contagioso. Ormai in molti paesi la celebrazione del mondo del fumetto è diventato un appuntamento imperdibile. Non è da meno la nostra bella Varese, che per il weekend del 14 e 15 aprile, ci propone Volandia Comics & Games, Festival del fumetto, gioco e cosplay.


Su una superficie di oltre 60.000 mq, mostra mercato, fumetti, giochi, gadget, conferenze, incontri, workshop, seminari, mostre. Editori, autori, libri e un'unica regola: divertirsi!

Non perdetevi questi due giorni non stop di fumetti, giochi e spettacoli.


Filed Under:

Una storia d'amore struggente? "Tutto il buio dei miei giorni" di Silvia Ciompi ha già conquistato tre milioni di lettrici

Per Sperling & Kupfer, in libreria una novità interessante. Si tratta di "Tutto il buio dei miei giorni" di Silvia Ciompi.

"Noi siamo cicatrici, siamo incendi, siamo bruciature e cenere."

Titolo: Tutto il buio dei miei giorni / Autrice: Silvia Ciompi
Editore: Sperling & Kupfer / Genere: Narrativa
Uscita: 10 aprile 2018 / Pagine: 336
Prezzo (cartaceo): € 14,90 / ISBN: 9788820064662
Prezzo (ebook): € 9,99 / EAN-13: 9788893426572

Trama:
Camille ha vent'anni, ama lo stadio nelle domeniche di primavera, con le maniche corte e le bandiere mosse dal vento, e ama la sua curva, in ogni stagione. Lì salta sugli spalti, tiene il tempo con le mani: è la cosa che ama di più al mondo. È l'unico posto dove si sente davvero viva.
Ma un giorno, proprio fuori dallo stadio, la sua vita si spezza. Un'auto con a bordo un gruppo di ultras la investe.Tra di loro c'è anche lui: in curva tutti lo chiamano Teschio. Sembra il cliché del cattivo ragazzo, ricoperto di tatuaggi e risposte date solo a metà. Eppure Teschio e Camille sono come due libri uguali rilegati con copertine differenti. Due anime che non hanno fatto in tempo a parlarsi prima, a guardarsi meglio. Si sono passati accanto migliaia di volte, ma non sono mai stati davvero nello stesso posto. Lo sono ora.
Ora che il dolore si è mangiato tutto ciò che Camille era.
Tutto il buio dei miei giorni è lo straordinario esordio di Silvia Ciompi, una giovane autrice italiana, già apprezzata su Wattpad da oltre tre milioni di lettrici, e tuttora in vetta alle classifiche. Una potente e struggente storia d'amore che ci ricorda che, quando tutto sembra perduto, l'amore è l'unica luce dentro al buio.

L'autrice:
Silvia Ciompi classe ’93, vive in Toscana. Laureanda in Scienze della comunicazione, scrive da sempre e ovunque: diari, poesie, racconti brevi e ora romanzi. Tutto il buio dei miei giorni è il suo romanzo d’esordio.
Filed Under: