19 gennaio 2017

NebbiaGialla Suzzara Noir Festival: pronta al via la kermesse in giallo di Mantova

Buongiorno amici, tra pochi giorni si terrà l'undicesima edizione di NebbiaGialla Suzzara Noir Festival (MN), l'appuntamento di riferimento per gli scrittori crime italiani e per i lettori appassionati del genere, che ogni anno arrivano numerosi per partecipare alla kermesse.

L'evento si terrà a Mantova, dal 3 al 5 febbraio 2017.


Un palcoscenico molto ricco quello del NebbiaGialla 2017 che vedrà la partecipazione di 34 scrittori di cui 3 stranieri.
Tra gli altri ospiti internazionali attesi, lo scrittore australiano Tim Baker.
Per la prima volta al Festival il criminologo Massimo Picozzi che presenterà il suo libro “Profiler” edito da Sperling & Kupfer, un prezioso manuale che insegna a “leggere” con chiarezza e rapidità persone e situazioni. 
Concluderà la rassegna Alessia Gazzola che presenterà il suo romanzo “Un po’ di follia in primavera” (Longanesi), dopo il grande successo della serie TV L’allieva, tratta dai suoi romanzi e andata in onda su Rai1 con protagonisti gli attori Alessandra Mastronardi e Lino Guanciale.

Tanti gli ospiti che arricchiranno il programma: Sergio Fanucci, Fabio Mundadori, Mariano Sabatini, Flavio Santi, Piergiorgio Pulixi, Lantieri e Luini, Arosio & Maimone, Adele Marini, Lorenzo Beccati, Roberto Centazzo, Andrea Ferrari, Francesco Lugli, Gianluca Ferraris, Alessandro Bongiorni, Marilù Oliva, Valeria Montaldi, Massimo Polidoro, Antonio Fusco, Rosa Teruzzi.

Anche per il 2017, il Festival promuoverà l’assegnazione del Premio NebbiaGialla per racconti inediti, realizzato in collaborazione con il Giallo Mondadori.
Inoltre, durante i giorni della rassegna verrà diffuso il bando della ottava edizione del Premio NebbiaGialla per la letteratura noir e poliziesca per romanzi editi: il premio verrà consegnato a settembre 2017. 

Atmosfere noir, dibattiti, workshop di scrittura, tradizione, cultura e soprattutto tanta voglia di leggere, discutere, appassionare: questo è tutto quello che troverete a Suzzara (MN) durante il festival NebbiaGialla che di anno in anno è riuscito a colorare “la Bassa” di giallo.

Sarà possibile seguire il festival oltre che sul sito ufficiale www.nebbiagialla.it anche su www.nebbiagialla.eu, sulla pagina facebook NebbiaGialla e all’account Twitter @NebbiaGialla, hashtag #ng17

Ecco l’elenco degli scrittori partecipanti all’edizione 2017:
Erica Arosio, Tim Baker, Lorenzo Beccati, Alessandro Bongiorni, Elisabetta Cametti, Massimo Carlotto, Roberto Centazzo, Patrizia Debicke, Romano De Marco, Wulf Dorn, Sergio Fanucci, Andrea Ferrari, Gianluca Ferraris, Antonio Fusco, Alessia Gazzola, Kati Hiekkapelto, Maurizio Lantieri, Lilli Luini, Francesco Lugli, Adele Marini, Giorgio Maimone, Valeria Montaldi, Fabio Mundadori, Marilù Oliva, Roberto Perrone, Massimo Picozzi, Massimo Polidoro, Piergiorgio Pulixi, Mariano Sabatini, Flavio Santi, Marcello Simoni, Matteo Strukul, Rosa Teruzzi, Valerio Varesi.


Il giallo vi aspetta a Suzzara!

Filed Under:

"Nostalgia" - Ermanno Rea

Buongiorno lettori, oggi vi parliamo di un libro che racconta la storia di una città, di un quartiere dove il tempo passa, dove tutto cambia ma in fondo tutto resta come sempre. Un quartiere come tanti altri in Italia e nel mondo, eppure speciale a modo suo. Perché i quartieri sono fatti di persone, di anime.

Un’opera magistrale nella quale Ermanno Rea intreccia la lucidità del reale e la sensibilità drammatica della tragedia sociale. Un omaggio alla Napoli malavitosa e ribelle del Rione Sanità, ai suoi eroi, alle sue vittime.

“Ecco dove avrebbe voluto trovare casa, perche lì la Sanità sa come da nessun’altra parte di ventre materno, primogenitura, principio di un lunghissimo passato mai passato, silenzio e tumulto di un fuoco che continua a covare sotto la cenere.”


Felice Lasco torna a Napoli, nel rione Sanità, dopo quarantacinque anni trascorsi fra Medio Oriente e Africa. La madre sta morendo e lui la accudisce fino all'ultimo con tardiva ma amorosa pazienza. Poi, invece di tornare al Cairo dove lo aspetta l'amata compagna, Felice sembra obbedire al richiamo delle radici e di un destino, e resta. Resta perché in attesa dell'incontro fatale con Oreste, noto ormai come delinquente incallito. Felice racconta a un medico dell'ospedale San Gennaro dei Poveri e a don Luigi Rega, prete combattivo e maieuta, la sua storia. Ha diciassette anni, fiero della sua Gilera e della sua amicizia con Oreste Spasiano, detto Malommo, compagno di sortite per i vicoli e di piccoli scippi. Poi, imprevedibile, il delitto di un usuraio. Oreste gli sfonda la testa. Felice è agghiacciato, non tradisce l'amico ma si chiude in un silenzio pieno di angoscia finché uno zio non lo porta con sé a Beirut, dove comincia una nuova vita. Ora, dopo tanto tempo, Felice si espone alla sofferta bellezza della sua città, alla disperazione e anche al formicolare di speranze che agitano il Rione Sanità, illuminato dal testardo operare di don Rega. Come da copione, però, Oreste attende Felice perché in realtà alla Sanità il Male lavora anche contro la Storia. E non c'è riscatto veramente possibile.

Titolo: Nostalgia
Autore: Ermanno Rea
Editore: Feltrinelli
Pagine: 275
Prezzo di copertina: € 18,00 - ebook € 9,99
Uscita: 13 ottobre 2016
ISBN-13: 978-8807032080

Il grande protagonista è il quartiere Sanità, con la sua storia secolare fatte di vette e di abissi.
Centrale il tempo che passa e le scelte dei singoli che, una volta fatte, determinano il percorso di una vita. Un libro colmo di amore e di passione. Da non perdere.
(Agostino D'Angelo - Amazon)


Ermanno Rea (Napoli, 1927 - Roma, 2016), giornalista e scrittore, ha collaborato con numerosi quotidiani e settimanali. Ha pubblicato Il Po si racconta. Uomini donne paesi e città di una Padania sconosciuta (1990), L’ultima lezione. La solitudine di Federico Caffè scomparso e mai più ritrovato (1992), Fuochi fiammanti a un’hora di notte (1998, premio Campiello 1999). Con Feltrinelli, La fabbrica dell’obbedienza. Il lato oscuro e complice degli italiani (2011), il suo libro di fotografie 1960. Io reporter (2012), La dismissione (2014; già Rizzoli, 2002), Il sorriso di don Giovanni (2014), Mistero napoletano (2014; già Einaudi, 1995, vincitore del premio Viareggio 1996), Il caso Piegari. Attualità di una vecchia sconfitta (2014), Napoli Ferrovia (2015; già Rizzoli 2007) e Nostalgia (2016).

Filed Under:

Il caso Stefano Cucchi nel libro di Carlo Bonini: "Il corpo del reato"

Proprio ieri, a otto anni dalla sua morte, il PM ha dichiarato che fu omicidio preterintenzionale. Così si riapre il caso di Stefano Cucchi.

Vi proponiamo questo libro dell'autore Carlo Bonini e un video in cui parla anche la sorella di Stefano, Ilaria Cucchi.

Titolo: Il corpo del reato
Autore: Carlo Bonini
Editore: Feltrinelli
Genere: Saggistica
Uscita: novembre 2016
Pagine: 320
Prezzo (cartaceo): € 18,00
ISBN: 9788807173103
Prezzo (ebook): € 9,99

Il libro:
“Un drogato di merda. Un diverso. Un Corpo a perdere. Uno di quelli di cui si dice, nel gergo di certi sbirri, che abbiano il nome all’anagrafe scritto a matita. Perché cancellarlo è un attimo. E nessuno verrà a reclamare.”
La morte di Stefano Cucchi è uno di quei fatti di cronaca che segnano una generazione e un pezzo di storia italiana. Perché vicenda simbolo, carica di significati pesantissimi: la violenza del Potere, la fragilità dello Stato di diritto, l’incapacità dello Stato italiano di fare i conti con le responsabilità dei suoi servitori, il pericolo che corre un ragazzo che finisce nelle mani di uomini che indossano la divisa di chi garantisce la nostra sicurezza o il camice bianco di chi tutela la nostra salute.
Carlo Bonini, grande firma di “Repubblica” e autore di Acab e Suburra (insieme a Giancarlo De Cataldo), per sette anni ha seguito da vicino il caso Cucchi – attraverso la lettura di decine di migliaia di pagine di atti giudiziari, i colloqui con i familiari, lo studio delle perizie e controperizie medico-legali sulle cause della morte – e in questo libro, che è una vera e propria inchiesta civile raccontata con gli strumenti della narrazione più incalzante, mette al centro il testimone primo e ultimo della verità su quanto accaduto: il Corpo del Reato.
Il cadavere di Stefano. Che svelerà le tappe del suo calvario attraverso gli occhi e la scienza di un medico che, per una coincidenza precisa come un responso, sarà lo stesso chiamato a interpretare i segni delle torture inflitte a Giulio Regeni, trucidato in Egitto e intrappolato in una storia oscura, così diversa e così simile a quella di Stefano Cucchi.
Perché è tempo di far parlare quel cadavere martoriato, di fargli raccontare quello che sa e che alcuni non avrebbero voluto che dicesse, e di spiegare a tutti noi, che forse non vorremmo ascoltare, quanto i nostri corpi siano alla mercé del Potere, dello Stato, della Storia.

Stefano Cucchi è morto. Lo Stato che lo aveva preso in custodia ha restituito solo un cadavere. Ma quel cadavere parla. E tutti lo dobbiamo ascoltare.



Gli incontri con l'autore:
Giovedì 26 gennaio 2017, ore 18.00 presso la libreria UBIK di Corso Italia 116/r a Savona.
Sabato 11 Febbraio 2017, ore 17:30 - Pagina 348 in Via Cesare Pavese, 348 a Roma.

L'autore:
Carlo Bonini è nato nel 1967 a Roma ed è inviato speciale del quotidiano “la Repubblica”, dove è arrivato dopo aver lavorato per “il manifesto” e “il Corriere della sera”. Ha pubblicato le due biografie La Toga Rossa (1998), storia del giudice Francesco Misiani e Il Fiore del Male, la vita di Renato Vallanzasca (1999), il reportage narrativo Guantánamo (2004), Il mercato della paura, scritto con Giuseppe D’Avanzo (2006), Acab. All Cops Are Bastards (2009) e con Giancarlo De Cataldo Suburra (2014) e La notte di Roma (2015). Per Feltrinelli, Il corpo del reato (2016).
Filed Under: ,

18 gennaio 2017

"Starlight" - Cristina Chiperi

In uscita il 6 febbraio 2017

Dopo la fortunata serie My dilemma is you, torna Cristina Chiperi con il primo capitolo della sua nuova saga.

«Ho letto che esistono delle stelle che all’occhio umano si mostrano come un unico corpo celeste, ma che viste da vicino in realtà sono due che ruotano attorno allo stesso punto. Stanno sempre insieme, nonostante tutto, qualunque cosa succeda.»
«Davvero?» L’idea di quella stella mi affascinava.
«Sì, sono talmente distanti da noi che il loro chiarore all’occhio umano si fonde in un’unica sorgente luminosa, ingannandoci. Ma in realtà là dietro ci sono due stelle che per il resto della loro vita ruoteranno insieme.»


I corridoi dell’università sembrano infiniti, soprattutto per una matricola come Daisy. Tutto è nuovo ed entusiasmante per lei.
Non riesce a immaginare un periodo più sereno della sua vita, fino a quando in quegli stessi corridoi incontra due occhi che avrebbe preferito non rivedere. Appartengono a Ethan, il suo migliore amico quando aveva dodici anni. Dietro quel ciuffo ribelle, Daisy riconosce il ragazzino timido e misterioso che l’aveva conquistata con le sue storie sul cielo e le costellazioni, soprattutto quelle stelle binarie che viste dall’occhio umano sembrano una sola, ma in realtà sono due e sono inseparabili. Ruotano sempre insieme nonostante tutto, qualunque cosa succeda. Così erano lei e Ethan. Poi tutto è cambiato. Perché lui ha tradito la sua fiducia e Daisy non crede che possa più esistere un legame così forte. Non crede più nella magia delle stelle. Lei crede nel fascino delle parole e dei ragionamenti. Non potrebbero essere più diversi di così, lei persa tra gli insegnamenti dei suoi amati filosofi e lui nelle formule astronomiche. Parlano due lingue differenti ormai.
Eppure rincontrarlo dopo tanto tempo le fa provare emozioni forti e contrastanti. Daisy deve scegliere tra perdonare e ricordare. Il primo istinto è quello di fuggire. Perché la luce delle stelle a volte può abbagliare. Ma stelle binarie si nasce, e non si può fare nulla per cambiare il destino. C’è sempre una forza che ti riporta indietro. Il tuo posto è lì, per sempre.


Cristina Chiperi ha solo diciotto anni ma è già un fenomeno editoriale senza paragoni. È l’autrice italiana più amata di Wattpad con oltre 20 milioni di visualizzazioni. I suoi libri della serie My dilemma is you sono stati per mesi in vetta alle classifiche. La stampa più prestigiosa e i principali programmi televisivi di cultura hanno parlato di lei. Le migliaia di suoi fan sui social media la adorano e chiedono senza sosta sue nuove storie. Ed ecco Starlight, il primo romanzo di una nuova imperdibile serie. La storia di un’amicizia che sembrava infinita. La storia di una promessa tradita che cambia tutto. La storia di una scelta che ricuce le ferite dell’anima. Perché anche le stelle possono perdersi, ma nessuno cielo è mai così infinito da non farle rincontrare.

Titolo: Starlight
Autore: Cristina Chiperi
Editore: GARZANTI
Pagine: 224
Prezzo di copertina: € 14,90
Uscita: 6 febbraio 2017
ISBN: 9788811672562

Filed Under:

"Sully" - Sullenberger Chesley B., Jeffrey Zaslow

Buongiorno lettori, oggi parliamo del libro autobiografico di Chelsey B. Sullenberger, il pilota che con un ammaraggio spettacolare salvò la vita a 155 persone a bordo del volo UA Airways 1549. Era il 15 gennaio 2009 quando l'airbus A320 planava sul fiume Hudson, dopo essere entrato in collisione con uno stormo di oche selvatiche che aveva guastato i motori del velivolo.
Lui è il comandante Sully, e questa è la sua storia:


15 gennaio 2009. Il volo nazionale 1549, appena decollato dall'aeroporto LaGuardia di New York, dopo soli sei minuti si scontra con uno stormo di oche selvatiche che danneggia entrambi i motori dell'Airbus A320. A bordo ci sono 150 passeggeri e cinque membri dell'equipaggio. Il Comandante Chesley "Sully" Sullenberger, riscontrata la perdita di potenza in entrambi i motori, decide di effettuare un ammaraggio d'emergenza sul fiume Hudson, ad appena un chilometro e mezzo di distanza da Times Square. Le immagini di quella manovra spettacolare e del successivo salvataggio fanno immediatamente il giro del mondo. Ripercorrendo le tappe salienti della propria vita, da quando imparò a volare, solcando i cieli del Texas a bordo di un monomotore agricolo, fino agli anni nell'Aeronautica militare ai comandi dei potenti F-4 Phantom e al successivo passaggio all'aviazione civile, Sully racconta le esperienze che gli hanno permesso di mantenere la lucidità necessaria per affrontare quei momenti drammatici. Perché a dargli il coraggio di prendere quella decisione impossibile, sostiene, sono state le convinzioni e le virtù che ha maturato nel corso di tutta la vita, dalla disciplina al senso del dovere, dalla precisione al rispetto per gli altri, dalla fiducia in se stessi alla capacità di assumersi la responsabilità di coloro che ci sono stati affidati. Una testimonianza di vita che ha ispirato l'omonimo film diretto da Clint Eastwood e interpretato da Tom Hanks nei panni del comandante Sully.

Titolo: Sully
Autore: di Sullenberger Chesley B., Jeffrey Zaslow
Editore: HarperCollins Italia
Pagine: 381 
Prezzo di copertina: € 18,00 - ebook € 8,99
Uscita: 3 novembre 2016
ISBN-13: 978-8869051104

Il libro, il cui titolo originale è "Highest Duty: My Search for What Really Matters", è scritto a quattro mani dal capitano Sully e dal giornalista Jeffrey Zaslow, scomparso nel 2012. 
Nella trasposizione cinematografica, Chesley B. Sullenberger si riconosce perfettamente nella straordinaria interpretazione di Tom Hanks. 
Clint Eastwood, vittima di un incidente aereo quando era giovane, si ritrovò a nuotare nelle acque gelide dopo che l'aereo su cui si viaggiava precipitò nel Pacifico: è stato il ricordo vivido di quei momenti a spingerlo a raccontare la storia di Sully.


"È la storia di un uomo eccezionale per integrità morale, capacità e professionalità, doti che unite a circostanze uniche e certamente favorevoli hanno consentito all'equipaggio e a tutti passeggeri del volo di tornare sani e salvi a casa."
(Franco Bucci - Amazon)

17 gennaio 2017

"Nusia", se ci sei batti un colpo.

Buonasera lettori, eccoci pronti per un nuovo appuntamento con Leggiamoci di Torno, il programma che ti porta lontano senza lasciare il divano! Ogni martedì sera dalle 21.00 alle 22.30, su NeverWas Radio, con La Ross e Alex.

Compito delle Books Hunters è scovare cover (gioco di parole) e chiacchierarne durante la diretta radio. Cover belle, un po' meno, accattivanti, un po' meno, efficaci, un po' meno. Insomma, cover di tutti i tipi e per tutti i gusti.

Questa sera parliamo di un libro che giusto oggi, 17 gennaio, si guadagna il posto in libreria.
Eccolo:


Trama:
È il 1939, e la vita di Nusia, cinque anni, scorre tranquilla a Leopoli. Il padre ha un laboratorio di sartoria, e Nusia, con la sorella Fridzia, ama giocare per le strade della città, inventando sempre nuovi giochi. Ma quei tempi stanno per finire. Nei cieli europei si addensano non solo le ombre di una guerra, ma anche quelle dell'odio e dello sterminio. E quando, dopo i russi, saranno i tedeschi a occupare la sua città, per la famiglia di Nusia, ebrea, il cielo appare definitivamente minaccioso. È per questo che suo padre, per salvare almeno lei, la consegna nelle mani di una donna cattolica, che la porterà in un orfanotrofio a Varsavia. Con un altro nome, con i documenti trovati chissà come di un'altra bambina. Una bambina cattolica. A vivere una vita che non è la sua, ma che è la sua unica salvezza.
E questa sarà la storia di Nusia - una storia realmente accaduta che Alejandro Parisi, giovane scrittore argentino, trasforma in un romanzo trascinante. La vicenda di una bambina sola con la promessa fatta a suo padre, che porta su di sé il peso dei segreti e delle bugie, e dell'amore per la famiglia perduta. Ma che, grazie a un'inaspettata capriola del destino, ritroverà, alla fine, se stessa. E saprà qual è la strada da percorrere.

Analisi della cover:
In primo piano vediamo un grande viale abbastanza caratteristico di una città, che ci fa pensare allo svolgimento della storia in una collocazione geografica precisa. E dall'alto il volto angelico di una bambina sovrasta il viale. Espressione seria, dura, occhi svegli. E questo ci fa pensare che la protagonista della storia è una bambina, che probabilmente si trova ad affrontare una situazione dura e drammatica. Ora, leggendo la trama, forse possiamo dedurne che la cover è azzeccata. Ma la domanda è: la bambina è morta? No perché raffigurata così, parrebbe proprio di sì. Diciamoci la verità, con quell'alone azzurrino-cielo-angelo-fantasma, un po' di inquietudine viene al povero lettore!
Però magari è funzionale alla storia. Chissà. Come sempre: leggere per giudicare!

Filed Under:

Nuova libreria, nuova magia!

Buongiorno amici, oggi abbiamo una bella notizia per voi, per noi. 
Insomma, per tutti coloro che tanto amano i libri, l'apertura di una nuova libreria è sempre una bella festa!

Parliamo della gioco-libreria Saphira che il 22 gennaio inaugurerà la nuova apertura nel bellissimo borgo medievale di Graziano Visconti (Piacenza).


A coronare il sogno di una vita è la trentasettenne piacentina Maria Giovanna Rabboni.
La nuova proprietaria si propone di offrire al pubblico una scelta tra romanzi fantasy, horror, giochi di carte e da tavolo, libri e giochi per bambini. Parallelamente intraprende un nuovo progetto che comincia da Saphira, il nome scelto in riferimento al drago di una nota saga fantasy che cresce con un fanciullo proteggendolo contro il nemico. Tra le novità della Libreria Saphira si annunciano anche progetti di letture animate in italiano e inglese, di laboratori con la carta o esperienze narrative di espressione e creatività legate al borgo e alle storie, che la renderanno una vera e propria gioco-libreria, così come la definisce la stessa proprietaria. 

“In realtà la libreria non è solo per bambini ma per tutti. In negozio vorrei dare attenzione sia alla lettura e al libro (soprattutto fantasy) come strumento di evasione e di conoscenza, sia al gioco come espressione narrativa e divertente” afferma Maria Giovanna. 

L’appuntamento per l’inaugurazione della nuova Libreria Saphira è fissato domenica 22 gennaio presso la sede di Piazza Gian Galeazzo Visconti 6 nel borgo medievale di Grazzano, comune di Vigolzone. Dalle ore 15:30 le porte del negozio saranno aperte a tutti gli interessati e in particolare verranno organizzate alcune letture animate per bambini e sarà offerto un piccolo buffet.

La libreria sarà presente online all’indirizzo www.libreriasaphira.it ed è già attiva su Facebook.

Filed Under:

"L'occidentale" di Melanie F. prossimamente in libreria

IN USCITA IL 19 GENNAIO 2017

Una nuova uscita per Cairo. L'autrice e artista Melanie F. torna con un nuovo libro: "L'occidentale".

Titolo: L'occidentale
Autore: Melanie F.
Editore: Cairo
Genere: Narrativa
Uscita: 19 gennaio 2017
Pagine: 416
Prezzo (cartaceo): € 16,00
ISBN: 978-8860527455
Prezzo (ebook): € 6,99

Il libro:
Quando nasce il primo figlio tutte le storie d’amore si complicano, anche le più felici. E se a questo si aggiunge il fatto di trovarsi in un Paese così diverso da quello d’origine – per cultura, religione, tradizione – come gli Emirati Arabi, allora le cose si fanno davvero difficili. È questa la storia di Anna: occidentale, sposata a un musulmano, per quanto aperto, dal quale ha avuto un bellissimo bambino, Amir. In una Dubai cubista, irriverente, fantasmagorica, tragica, disneyana con furore, Anna combatte con se stessa per riuscire a essere la bellissima moglie da esibire e la madre perfetta, amorevole e presente, senza trasformarsi nella temutissima Miss Manicure, moglie suppellettile che, assorta più dal colore dello smalto che dai figli, accompagna ogni marito importante. Tra scenari da mille e una notte, mondi glamour, personaggi del jet set internazionale, sceicchi in kandura e amiche in abaya, il paradosso di una quotidianità fatta di biberon, notti insonni e lavaggi sbagliati da parte di una carica infinita di maid. La protagonista è l’incoerenza in persona, una sintesi di tutte le contraddizioni della nostra civiltà: sposata a uno degli uomini più noti di Dubai e socialista immaginaria, coniglietta e filosofa, sottomessa e ribelle, sogna la rivoluzione femminista dall’ultimo piano del grattacielo più esclusivo della città. Una satira riuscitissima, ma anche un libro melanconico sull’imprevedibilità dell’amore. E sullo sfondo il grido dell’occidentale, quello della bionda cronista che Anna vorrebbe tornare a essere per denunciare il lato oscuro e retrogrado di una società che a dispetto dell’incredibile sviluppo appartiene ancora al deserto.

"Libro pieno di divertimento, è una storia di capitombolo nell’obbligo delle prospettive. Gli usi & i costumi delle più eccentriche geografie, usurati dai luoghi comuni, vanno in cortocircuito. I pregiudizi vengono ribaltati nella continua sorpresa del ritrovarsi, lettore e protagonista, dentro il romanzo più insolito. Lei ha il mondo, lui la terra (anzi, la sabbia). La somma di due esistenze, un uomo e una donna, è generatrice di variabili più che di un totale. Lei porta in dote la complessità occidentale mentre l’altro, innestato nell’arcano di un’ignota destinazione maomettana, svela una lussuosa clessidra. Ogni granello di vita, scendendo, risale. Ma nell’apnea del tutto, subito. E per sempre. Nella sabbia"
(Pietrangelo Buttafuoco)

Potrete incontrare l'autrice il martedì 24 gennaio, ore 18.00 presso il Mondadori megastore (spazio eventi piano 3) di Piazza Duomo,1 a Milano. Intervengono Piero Chiambretti e Melania Rizzoli.

L'autrice:
Ha pubblicato diversi romanzi tra cui Arabian Blond per Mondadori (2005) prima di andare a vivere a Dubai, dove vive con il marito e i due figli

Filed Under: ,

"Rosso Istanbul": il libro di Ferzan Özpetek diventa film

Il 22 ottobre 2016, il regista Ferzan Özpetek ha presentato una breve anteprima del suo nuovo film, Ispirato al suo omonimo romanzo del 2013 (Mondadori), "ROSSO ISTANBUL", al MIA (Mercato Internazionale dell'Audiovisivo), che si tiene ogni anno durante la Festa del Cinema di Roma.

Questo il poster turco.

Lo scrittore Orhan Sahin, che vive all'estero da anni, torna a Istanbul su invito del famoso regista Deniz Soysal per lavorare al suo libro. Deniz vive con la sua famiglia, ormai al crepuscolo della ricchezza, in uno Yali sul Bosforo. Fin dal primo giorno, Orhan si trova avvolto in una fitta tela di relazioni complesse e misteriose tra gli amici e i familiari di Deniz e mentre riscopre Istanbul con occhi nuovi, cominciano anche a riaccendersi sentimenti da tempo sopiti.

Il film verrà distribuito in contemporanea nelle sale cinematografiche turche e italiane.

NELLE NOSTRE SALE DAL
2 MARZO 2017.
Filed Under:

16 gennaio 2017

16 gennaio 1749: nasceva Vittorio Alfieri

"Balzai dal letto con idea di por mano a certe ottave da gran tempo ruminate, feci quattro versi cattivi, e con sommo stento. Non posso ancora all'atto pratico porre in esecuzione ciò ch'io ben so; ch'è cosa impossibile di comandare ai versi. M'addormentai sul quinto verso dell'ottava; e buon per me, ché se faceva pur questo verso, avrebbe fatto addormentato il lettore."
Volli, e volli sempre, e fortissimamente volli (Lettera, 1783).

Il conte Vittorio Amedeo Alfieri (Asti, 16 gennaio 1749 – Firenze, 8 ottobre 1803) è stato un drammaturgo, poeta, scrittore e attore teatrale italiano.
Filed Under:

"Zanne (L'eredità del cane)" di Piero De Fazio

Buongiorno lettori, cacciando nei meandri del mondo social, fra amici e non, si trovano libri. Oggi vogliamo segnalarvi quello di Piero De Fazio: "Zanne (L'eredità del cane)".

Titolo: Zanne (L'eredità del cane)
Autore: Piero De Fazio
Editore: Antonio Tombolini Editore
Genere: Fiction, Thriller
Uscita: 21 novembre 2016
Prezzo (ebook): € 4,99
ISBN: 9788893370622

Trama:
Solo chi è vigliacco o chi ha un cuore puro sogna di diventare un supereroe. Ma cosa succede quando qualcuno riesce davvero ad acquisire straordinarie capacità, elevandosi così dalla massa degli uomini?
A questa domanda, l’ispettore di Polizia Pietro De Falco, tormentato e in crisi di vocazione, non può ancora rispondere. Non completamente. Sebbene sia dotato di eccezionali competenze e impensabili abilità, la sua è una vita di interrogativi. Mosso da un istinto che non riesce a tenere a freno, in bilico tra morale e giustizia, tra lecito e mostruoso, si avventura in strade che non dovrebbe frequentare, sfrutta facoltà che nessun uomo potrebbe immaginare.
Eppure la sua è una personale battaglia contro il male.
Il buio è insieme compagno e nemico, è il solo custode di un segreto che arriva da lontano. Il destino che si delinea ha la forma di una notte carica di promesse e portatrice di un’eredità ancestrale e pericolosa.

L'autore:
Piero De Fazio è nato a Carrara nel 1972. Non gli piace parlare di sé.
A dirla tutta, non gli piace proprio parlare. Forse è per questo che scrive.
Racconta il suo mondo. Le cose che ha visto, quelle ancora da vedere. E quelle che non vuole vedere mai più.
“Zanne (L’eredità del Cane)” è il suo primo romanzo.
Filed Under:

BookConsigliamo... “Le dimensioni della fantasia” di Andrea Scodeggio

Di quante dimensioni ci componiamo? Siamo le mille sfaccettature del cristallo. Siamo tante personalità, e le mostriamo solo quando abbiamo paura che quella che avevamo fino a quel momento, non possa bastare a proteggerci. Siamo perciò maschere intercambiabili e non lo sappiamo finché non vestiremo la prossima.

Dopo aver letto i primi due racconti, scivoli dentro alla sensazione di conflittualità: personaggi, reali e astratti, che fanno a “botte” per prevaricarsi l’un l’altro.
Dalla fantasia e l’onirico, si salta a piè pari nel viaggio, quello del ritorno provvisorio, l’altra faccia della realtà. Si incontrano atmosfere fumose, si fa a cazzotti con la confusione del luogo, del personaggio, del momento.
A rischiarare questi momenti, la musica, che l’autore usa allo scopo di spiegare i diversi stadi della vita dei suoi personaggi, che si animano spesso attraverso note, ricordi e strofe.
Quindi ecco che la morte dà l’ultima possibilità prima dell’oblio.
Ogni dimensione va esplorata, nell'estremo di essa. Nell'eccesso, fino al mondo contrario, quello in cui le regole sono altre.
Si nota che i personaggi tendono sempre ad affrontare una sola personalità opposta a sé alla volta, sia questa una persona lontana dal loro modo d’essere e vivere, ma anche un paese dall'essenza protettiva. Ed è a questo punto che l’autore opera un’evoluzione: mette il suo personaggio chiave in discussione con un elemento impossibile, e con un uomo che dell’elemento impossibile ha già capito tutto.
Diverse storie, anime e tempi, diverse lacerazioni umane: droga, violenza, oppressione, alcool, dolore fisico e mentale, confusione, costrizione.
È come se l’autore si fosse prefigurato un unico personaggio e l’avesse messo a confronto con le peggiori facce della realtà, per testarne la resistenza, lasciandosi intimorire, esasperare dal personaggio opposto, arrendendosi anche alla tragicità delle storie senza cercarne per forza il lieto fine.
Racconti in cui la follia non si risparmia, dove non va a finire come si spera, ma come deve. Perché non tutti i personaggi devono salvarsi, perché gli errori vanno pagati, le chance non vengono date a tutti, l’ultima telefonata non sempre salverà la vita.
Nell'ultimo racconto, l’epilogo.
L’inchiostro che raccogliere ogni riga, ogni parola e cola addosso a chi osa smettere di usarlo.
L’ultimo personaggio è un po’ tutte quelle personalità: è una penna che ha scritto di loro e poi si è persa nella propria vita, per poi capire che la scrittura è insieme una benedizione e una condanna. La ami e la odi per quanto ti si incolla addosso fondendosi con la pelle e le ossa.
Ti fa vivere al limite.

Marcire nelle parole e al contempo navigarci dentro e sentirsi liberi di andare.
Andrea Scodeggio esplora le mille strade che la scrittura rappresenta per lui, interpretando personaggi avversi, al limite, remoti e futuri. Visita la fantasia, come dovrebbe visitarla chi ama scrivere, a volte dandosi torto, altre dandosi ragione. Traccia i personaggi con l’arma libera, che è la penna. Li smonta e rimonta senza paura di sembrare eccessivo o troppo misurato.
Che senso avrebbe la fantasia se non potessimo usarla come ci comoda?
Non è forse vero che essa è l’anticamera della nostra realtà?

“Le dimensioni della fantasia” è una raccolta di dieci racconti. Dieci personalità che contengono l’autore, o forse che l’autore contiene…
(la Books Hunter Jessica)

Titolo: Le dimensioni della fantasia
Autore: Andrea Scodeggio
Editore: Giuliano Ladolfi Editore
Genere: Racconti, Narrativa
Uscita: 2016
Pagine: 152
Prezzo (cartaceo): € 12,00
ISBN: 978-88-6644-294-3

Il libro:
«Immaginatevi un bambino, dall’età approssimativa di tre anni, che si imbatte in un cubo di rubik. Con molta probabilità ne potrebbe rimanere attratto dalla molteplicità dei colori e iniziare a giocarci […] Ecco, lo scrittore parte da questo stesso processo». Comincia con questa metafora l’introduzione del libro “Le dimensioni della fantasia”, un viaggio cupo, splatter e paranoico dove i protagonisti dei dieci racconti brevi vengono messi a dura prova sulle loro vite e sui destini a cui andranno incontro. Ogni storia rappresenta un nucleo a sé, una dimensione della vivace fantasia dell’autore che si diverte a giocare con i sentimenti più reconditi dell’animo umano. Un bellissimo mestiere di un gioco infinito.

L'autore:
Andrea Scodeggio, nato a Verbania il 28 settembre 1987, vive da sempre a Miazzina, dove ha iniziato a scrivere i suoi primi racconti. L’amore per la scrittura è sempre stato presente nella sua vita, ma la convinzione a scrivere storie proprie le è stata data dopo la lettura di Dylan Dog. Laureato in Scienze della Comunicazione all’Università IULM di Milano nel luglio del 2011, collabora con diverse testate giornalistiche di Verbania e Torino. È iscritto all’Ordine dei Giornalisti Piemonte dal maggio 2016.
Filed Under:

"La mustang rossa" - Elisabetta Villaggio

Amici lettori, vi segnaliamo il nuovo libro di Elisabetta Villaggio
Dopo Una vita bizzarra, la scrittrice ha recentemente pubblicato il suo secondo romanzo, edito da La Ruota edizioni.
Eccolo:


Alex, bella, ricca, poliglotta, piena di glamour, producer di video musicali. Maria, gestrice di un bar-mensa, madre di due bimbi, forte accento messicano, piccolina, non attraente e certamente non il tipo di amica che ci si aspetta si porti dietro una come Alex. Due vite diverse che si mescolano a Los Angeles in nove giorni dell’aprile 1988. Sullo sfondo i Miller Studios, dove si realizzano spot pubblicitari e video musicali, tra Highland Avenue e Santa Monica Boulevard. Oltre a Maria e ad Alex, una serie di altri personaggi ruotano attorno a loro: Bob, capo degli Studios e perdutamente innamorato di Maria; Anthony, Michael e il loro gruppo rock che cercano di sfondare nella scena musicale di L.A. senza tanta convinzione. Le due amiche si muovono in quel mondo variopinto, dove i sogni di tutti si confondono con i desideri e dove la realtà può essere più crudele di quanto si possa immaginare.

Titolo: La mustang rossa
Autore: Elisabetta Villaggio
Editore: La Ruota Edizioni
Genere: Narrativa
Prezzo di copertina: € 12,00
Uscita: 2016
ISBN: 9788899660093


Nel 2013 Elisabetta Villaggio pubblica il suo primo romanzo, “Una vita bizzarra”, edito da Città del Sole Edizioni. In precedenza aveva pubblicato diverse opere tra cui, nel 2012, il saggio “Marilyn: un intrigo dietro la morte” e nel 2014 il testo teatrale, edito da Panesi Editore, “Marilyn gli ultimi tre giorni”, tradotto in inglese per il mercato estero. Ha studiato Filosofia all’Università di Bologna, e Cinema e Televisione a Los Angeles alla University of South California. Nel 1998, il suo cortometraggio, “Taxi”, è stato selezionato alla Mostra del Cinema di Venezia. Ha realizzato il documentario, dedicato a suo padre, “Paolo Villaggio: mi racconto” selezionato all’ArtDocFest di Roma nel 2010. Insegna alla Rome University of Fine Arts nel dipartimento di Cinema e collabora con periodici e riviste on line.

Filed Under:

"La morbidezza degli spigoli" - Keith Stuart

Buongiorno lettori, oggi parliamo di un libro che è uscito a settembre e ancora lo si trova in bella mostra ai posti d'onore in libreria. 
Questa è la storia di Sam, un bambino speciale che cerca e trova uno spazio d'intesa con il suo papà, laddove esistono solo loro, uniti e felici. Un posto sicuramente fuori dal comune, ma alla fine quello che conta è trovarsi. Alla fine quello che conta è che anche gli spigoli possono ammorbidirsi.


La vita è fatta di piccole cose...
Sam, un ragazzino di otto anni, è sempre stato diverso: bellissimo, sorprendente e autistico. Per amore suo e della sua famiglia, il papà Alex ha sempre cercato un modo per intendersi con Sam e lo sforzo, quotidiano e sfibrante, porta a una crisi matrimoniale che sembra irreversibile. Alex decide di allontanarsi dalla moglie e va ad abitare a casa di Dan, il suo migliore amico felicemente scapolo e irresponsabile, ma da una scomodissima branda per gli ospiti medita su come fare per riconquistare moglie e figlio. Mentre Alex naviga a vista nella sua nuova vita da single fra segreti di famiglia rimasti a lungo sepolti e gli impegni di padre part-time, Sam incomincia a giocare a Minecraft, rivelando uno spazio inatteso in cui padre e figlio riescono a intendersi.

Titolo: La morbidezza degli spigoli 
Autore: Keith Stuart
Editore: Corbaccio
Pagine: 416 
Prezzo di copertina: € 18,60 - ebook € 9,99
Uscita: 29 settembre 2016
ISBN-13: 978-8867000128

Il commento del lettore:
"Sam è un bambino speciale, preferisco chiamarli così piuttosto che affetti dalla Sindrome di Asperger o autistici. Il libro racconta la storia di Sam, del suo rapporto complicato con gli altri, con l'esterno, le paure, le insicurezze, ma di come questo bambino coraggioso e suo padre Alex, siano riusciti a trovare, grazie ad un videogioco, un modo di comunicare, un punto d'incontro tra i due 'mondi'. La storia raccontata nel libro è di fantasia ma è tratta dalle esperienze che l'autore Keith Stuart ha avuto con il suo bambino speciale e di come Minecraft abbia cambiato la loro vita. Un bellissimo libro che naturalmente consiglio a tutti, a chi sta cercando ancora una 'chiave' per comunicare con il proprio bambino speciale o a chi semplicemente, come me, vuole una storia piena di emozioni."
Riccardo Manuali (Amazon)



"Divertente, abilmente orchestrato e scritto veramente con il cuore. I lettori che hanno apprezzato L’amore è un difetto meraviglioso troveranno La morbidezza degli spigoli un libro bellissimo." 
GREAME SIMSION, autore di L'AMORE È UN DIFETTO MERAVIGLIOSO


Keith Stuart, giornalista inglese esperto di videogame e di nuove tecnologie, dopo aver collaborato fin dal 1995 con riviste specializzate come Edge e PC Gamer è diventato caporedattore della pagina dei giochi del Guardian. La morbidezza degli spigoli è il suo primo romanzo e prima ancora di essere pubblicato ha ottenuto recensioni entusiaste in patria e in tutti i Paesi che ne hanno acquistato i diritti.

Filed Under:

13 gennaio 2017

"Senza lasciare traccia" - Jodi Picoult

Filed Under: