20 ottobre 2017

Recensione "Il mare dove non si tocca" di Fabio Genovesi

Il mare dove non si tocca non è il posto in cui se non sai nuotare vai sotto e addio.
È piuttosto il posto giusto per imparare a stare a galla.

Agiti le gambe, le braccia, annaspi, bevi anche un po’, ma poi sei a galla, respiri, vivi.
Un po’ come nella vita di tutti i giorni.

Questo libro di Fabio Genovesi è una mano che tiene chiuso dentro di sé il tuo cuore, lo stringe, lo protegge, lo accarezza. Ti racconta la bellezza dell’essere strani, che poi chi può definire chi è strano? La bellezza di essere fuori dall’ordinario. La sicurezza di chi non ha bisogno di dimostrare niente a nessuno, perché quello che fa e che pensa è del tutto naturale, spontaneo, senza costrizione. La vita va vissuta così, bevendosi un bicchiere di vino con dentro l’essenza del sentirsi vivi e veri. Fabio non beve il vino, è un bambino, ma si beve la vita a grandi sorsate. Giorno dopo giorno cresce, osserva, riflette, impara a nuotare nel suo personale mare.

Fabio vive con i suoi zii-nonni, uomini ruspanti che si contendono il suo tempo, di fatto diventando i compagni di vita e di gioco di un bambino che ignora l’esistenza di un mondo fatto da tanti altri suoi coetanei. Ma poi Fabio ci arriva in quel mondo di bambini e ne resta stupito, affascinato, colpito. Fuori. Fuori dal gruppo, dal branco. E va bene così. Per un po’. O, dopotutto, va bene così e basta, per sempre. Perché Fabio è uno che ci crede alle cose, ci crede tantissimo: crede di avere la bontà e la vocazione a diventare santo, crede che potrà compiere l’unico miracolo che vuole con tutto il cuore, crede di amare Martina La Coccinella, crede che le cose impossibili a volte sono le sole possibili. Crede che se muove forte le gambe e le braccia e annaspa e beve anche un po’, poi è a galla, respira, vive.

Questo libro è talmente pieno di concetti forti e decisi, che tantissime frasi in esso contenuto potrebbero diventare delle storie a sé, storie delle storie.
Con una scrittura generosa e diretta, Fabio Genovesi ci regala un capolavoro di ironia che insegna e commuove, che ci restituisce il valore dell’autenticità dei gesti e dei pensieri. Una storia profonda e delicata, che fa sorridere (e ridere a crepapelle in alcuni momenti), ma che arriva fino in fondo, come al mare dove non si tocca.

(La Books Hunter Barbara)



Fabio ha sei anni, due genitori e una decina di nonni. Sì, perché è l’unico bimbo della famiglia Mancini, e i tanti fratelli del suo vero nonno – uomini impetuosi e pericolosamente eccentrici – se lo contendono per trascinarlo nelle loro mille imprese, tra caccia, pesca e altre attività assai poco fanciullesche.
Così Fabio cresce senza frequentare i suoi coetanei, e il primo giorno di scuola sarà per lui un concentrato di sorprese sconvolgenti: è incredibile, ma nel mondo esistono altri bambini della sua età, che hanno tanti amici e pochissimi nonni, e si divertono tra loro con giochi misteriosi dai nomi assurdi – nascondino, rubabandiera, moscacieca. Ma la scoperta più allarmante è che sulla sua famiglia grava una terribile maledizione: tutti i maschi che arrivano a quarant’anni senza sposarsi impazziscono. I suoi tanti nonni strambi sono lì a testimoniarlo.
Per fortuna accanto a lui c’è anche un padre affettuoso, che non parla mai ma con le mani sa aggiustare le cose rotte del mondo. E poi la mamma, intenzionata a proteggere Fabio dalle delusioni della vita, una nonna che comanda tutti e una ragazzina molto saggia che va in giro travestita da coccinella. Una famiglia caotica e gigantesca che pare invincibile, finché qualcosa di totalmente inatteso la travolge.
Giorno dopo giorno, dalle scuole elementari fino alle medie, il protagonista cerca di crescere nel precario equilibrio tra un mondo privato pieno di avventure e smisurato come l’immaginazione, e il mondo là fuori, stretto da troppe regole e dominato dalla legge del più forte.
Tra inciampi clamorosi, amori improvvisi e incontri straordinari, in un percorso di formazione rocambolesco, commovente e stralunato, Fabio capirà che le nostre stranezze sono il tesoro che ci rende unici e intanto scoprirà la propria vocazione di narratore perdutamente innamorato della vita.
Dopo il successo di Chi manda le onde, premio Strega Giovani 2015, Fabio Genovesi torna con un romanzo luminoso e coloratissimo, divertente e poetico, capace di alternare con straordinaria efficacia i registri e di farci passare in un attimo dal riso alla commozione. Il mare dove non si tocca si legge d’un fiato e resta per sempre nel cuore, insieme alla voce unica del narratore, un ragazzo con la testa piena di domande e il cuore traboccante di storie.

Titolo: Il mare dove non si tocca
Autore: Fabio Genovesi
Editore: Mondadori
Pagine: 324
Prezzo di copertina: € 19,00
Uscita: 5 settembre 2017ISBN: 9788804680857



Fabio Genovesi (Forte dei Marmi, Lucca, 1974) oltre a Esche vive ha pubblicato, per Mondadori, i romanzi Versilia Rock City e Chi manda le onde (Premio Strega Giovani 2015), il diario on the road della sua avventura al Giro d'Italia Tutti primi sul traguardo del mio cuore e, per Laterza, il saggio cult Morte dei Marmi. Collabora con il "Corriere della Sera", "La Lettura" e "Io Donna".

Filed Under:

"LE PROFUMIERE - Rosa fresca aulentissima, ma… non te la dà", il libro di Darinka e Desy

Lettori, la nostra CacciaLibri di oggi è molto, come dire, profumata. Il libro di Darinka e Desy, edito da Imprimatur, in maniera comica, ci racconta e ci mette in guardia dalle profumiere.

Ma che avranno mai queste donne?

"Chiamatele gatte morte, profumiere o shampiste, chiamatele come vi pare tanto la sostanza rimarrà la stessa: non ve la daranno mai!"

Ah ecco!

Titolo: LE PROFUMIERE - Rosa fresca aulentissima, ma… non te la dà
Autrici: Darinka e Desy
Editore: Imprimatur
Genere: Narrativa
Uscita: 5 ottobre 2017
Pagine: 112
Prezzo (cartaceo): € 12,00
ISBN: 9788868306151
Prezzo (ebook): € 6,99
EAN-13: 9788826090917

Trama:
Sembrano ragazze simpatiche e alla mano, vicine di casa carine, colleghe intriganti o procaci bariste, ma il loro sorriso incantatore cela un segreto: sono profumiere, ovvero donne che prima la promettono e poi non la mantengono.

Sono dannose per gli uomini e nefaste per le donne e liberarsi di loro è più difficile che per un evasore fiscale gabbare Equitalia.

In questo trattato comico-scientifico vi forniremo gli strumenti necessari per individuarle al primo sguardo e difendervi dalle loro profumate trappole.

Le autrici:

Desy Icardi, ideatrice del seguitissimo blog di comicità al femminile Patataridens, dal 2006 calca i palchi del cabaret con lo pseudonimo “La Desy”. Ha pubblicato i romanzi Tacchi e Taccheggi (2014) e Dove Scappi - romanzo eroticomico in 50 nodi (2016).

Darinka Mignatta, pittrice, illustratrice e fumettista, ha contribuito ad antologie e storie a fumetti. È la creatrice di Miss (D)ice e Monsieur le Chat, personaggi di strisce satiriche che, dopo il successo ottenuto nei social, sono stati protagonisti di due graphic novel.
Filed Under:

“La legge del bastone e della zanna" di Jessica Moro

Non importa, sai?
Anche l'estate a volte vorrebbe appendersi in un posto lontano da se stessa.
Non importa se lo stagno resta fermo mentre il fiume naviga,
poiché anche lo stagno è vivo.
O se ti sdrai e al pensiero che è subito mattina, ti va di traverso il sonno.
Non importa se l'inverno sembra lontano, ma è il primo ad arrivare.
L'inverno si beve tutte le altre stagioni,
ma facci caso: nessuno si vuole bere l'inverno.
Hanno tutti paura di gelare,
al caldo si sta meglio, gli abbracci ne sono l'esempio.
Dovresti guardarla. La vita, dico.
Sembra che tu sia spaesato,
come la primavera quando non capisce che tocca a lei e si fa un po' pregare.
Guarda dietro gli alberi, c'è sempre un'altra visuale. Spesso più ampia.
E quando una persona ti dice che sa cosa pensi, vuole solo sorprenderti.
In realtà non lo sa, tira solo a indovinare.
La certezza ci frega.
La certezza di sapere cos'ha in testa la gente.
Quel calcolo infame. Non si calcolano certe cose, si vivono.
La vita non è un'operazione, uno scontrino, un algoritmo.
La vita, semmai, è ritmo.
Saper andare anche quando non hai il mezzo,
quando la benzina è cara e tu hai solo spiccioli.
La vita è sempre la stessa, sei tu che cambi.
Il segreto è non bersi l'inverno.
Impara a frequentare meglio te stesso.
Lascia agli altri il giudizio, la colpa e il presentimento.
Lascia loro la convinzione del sapere,
tu intanto sii felice di imparare.
Prendi fiato.
Pronto?
Smetti di fuggire.



Immagine e testo: ©JessicaMoro

Aforisma:
“Ogni persona che incontri sta combattendo una battaglia di cui non sai niente. Sii gentile. Sempre”. (Carlo Mazzacurati)

Libro:
Zanna Bianca di Jack London

Canzone:
Runnin' (Lose It All) di Naughty Boy feat. Beyoncé & Arrow Benjamin

Un curioso insieme di pensieri e connessioni, mi ha fatto riportare qui sopra un dialogo immaginato, scritto tempo fa e, per gioco o derivazione, chissà, subito dopo mi è venuta spontanea l'unione di esso con una canzone, con un libro, poi con una mia fotografia e infine con un aforisma.

Sono io che lego questi cinque elementi.
In modo unico e imprescindibile.
Trovo molto difficoltoso spiegarvi il perché, ma forse è proprio questo quel che voglio dirvi.
In fondo la scrittura non sempre è protesa verso la chiarezza di intenti.
A volte la chiarezza arriva dopo, persino per l'autore.
Mentre in questo caso io capisco ogni virgola di ciò che ho scritto, forse voi arriverete per sommi capi, a tutt'altro messaggio.

Discutiamone, direbbero gli intelligenti.
Altri, ahimé, non si prenderebbero nemmeno la briga di capirci dentro qualcosa, direbbero che è tutto vuoto, privo di significato.
Altri ancora, badate bene, sono i più, nemmeno leggeranno, ma lasceranno un like sprovveduto.

Ma quindi abbiamo voglia di capire le persone?
Leggendo ciò che scrivono, ci prendiamo la responsabilità di immagazzinare qualcosa di loro, o sono solo assensi privi di fondamento i nostri?
Quando Carlo Mazzacurati diceva a un suo collaboratore quella frase, pensate che la dicesse per caso, solo perché era bravo a mettere in fila le parole? O forse la diceva con cognizione di causa?
E Jack London? Perché raccontava di Zanna Bianca, dando voce a Zanna Bianca stesso? Perché non usare l'uomo, o meglio, il punto di vista del solo uomo? Sarebbe stato tanto semplice.
Perché si scrivono canzoni? O libri?
Perché mi invento un dialogo immaginario per raccontare qualcosa di profondamente radicato in non so quale parte di me? Perché catturo con lo smartphone un panorama anziché un altro?

Perché si diventa genti (come direbbe il mio adorato Dante) da social?

Ho l'impressione che nell'essere social oggi si fa prima ad apparire che non a essere.
Anche se io credo che tutto ciò che si vuole in realtà, sia lasciare un segno da qualche parte in chi ci legge e clicca su "Mi piace".
Spesso invece è un clic basato sul solo automatismo, su "adesso ricambia".
Spesso mi chiedo in quanti leggano effettivamente ciò che approvano.
Li abbiamo letti, visti e stravisti, i danni che può fare un "Mi Piace", ma qui entreremmo nel campo della violenza, del bullismo, della calunnia e non credo sia questo il post giusto per affrontarli.

C'è qualcuno che lega ancora la parola "social" a sociale o a condivisione?
Perché se c'è che si faccia avanti, si mostri senza indugio, senza paura di essere qualcosa di anormale.

Quando si frequentano i social ci si aspettano delle cose che non avverranno mai. Le attenzioni hanno una scadenza e spesso se non si mettono abbastanza like si è eliminati. Basta osservare, per capire come funziona. Io l'ho fatto.

I cani dei libri di Jack London a son di bastonate capivano che dovevano trainare la slitta, capivano chi comandava. Zanna Bianca - mezzo lupo, mezzo cane - a sua volta si faceva rispettare con la violenza della sua zanna sugli altri cani, per volere della natura più deboli di lui. Aveva compreso che l'uomo era un Dio, e che lui doveva essere il Dio per i cani. Sopravvivenza: "La legge del bastone e della zanna".

Volete trainare la vita altrui, o volete essere padroni e consci della vostra?
Niente zanne o bastoni, ci sarà una rivoluzione, perché avrete un'unica arma a disposizione: l'intelligenza.


Jessica Moro

Filed Under:

19 ottobre 2017

"La paranza è tornata": Bacio feroce, il nuovo libro di Roberto Saviano

Buongiorno amici lettori, vi segnaliamo il nuovo libro di Roberto Saviano, Bacio feroce, edito da Feltrinelli.



Sigillano silenzi, sanciscono alleanze, impartiscono assoluzioni e infliggono condanne, i baci feroci. Baci impressi a stampo sulle labbra per legare anima con anima, il destino tuo è il mio, e per tutti il destino è la legge del mare, dove cacciare è soltanto il momento che precede l'essere preda. La paranza dei Bambini ha conquistato il potere, controlla le piazze di spaccio a Forcella, ma da sola non può comandare. Per scalzare le vecchie famiglie di Camorra e tenersi il centro storico, Nicolas 'o Maraja deve creare una confederazione con 'o White e la paranza dei Capelloni. Per non trasformarsi da predatori in prede, i bambini devono restare uniti. Ed è tutt'altro che facile. Ogni paranzino, infatti, insegue la sua missione: Nicolas vuole diventare il re della città, ma ha anche un fratello da vendicare; Drago' porta un cognome potente, difficile da onorare; Dentino, pazzo di dolore, è uscito dal gruppo di fuoco e ora vuole eliminare 'o Maraja; Biscottino ha un segreto da custodire per salvarsi la vita; Stavodicendo non è scappato abbastanza lontano; Drone, Pesce Moscio, Tucano, Briato' e Lollipop sono fedeli a Nicolas, però sognano una paranza tutta loro... Fra contrattazioni, tradimenti, vendette e ritorsioni, le vecchie famiglie li appoggiano per sopravvivere o tentano di ostacolarli, seminando discordia direttamente in seno alle paranze. Una nuova guerra sta per scoppiare? Prosegue il ciclo della Paranza dei bambini e Roberto Saviano torna a raccontare i ragazzi dei nostri giorni feroci, nati in una terra di assassini e assassinati, disillusi dalle promesse di un mondo che non concede niente, tantomeno a loro. Forti di fame. Forti di rabbia. Pronti a dare e ricevere baci che lasciano un sapore di sangue.

Titolo: Bacio feroce
Autore: Roberto Saviano
Editore: Feltrinelli
Pagine: 400
Prezzo di copertina: € 19,50
Uscita: 12 ottobre 2017
ISBN: 9788807032615



Roberto Saviano è nato a Napoli nel 1979. È autore del bestseller internazionale Gomorra (Mondadori, 2006), che è stato tradotto in più di cinquanta Paesi e ha venduto dieci milioni di copie in Italia e nel mondo. Dal libro sono stati tratti uno spettacolo teatrale premiato agli Olimpici del Teatro 2008 e l’omonimo film, Gran Premio della Giuria al Festival di Cannes 2008. Ha pubblicato anche La bellezza e l’inferno (Mondadori, 2009) e La parola contro la camorra (Einaudi, 2010). In Italia collabora con “la Repubblica” e “l’Espresso”, negli Stati Uniti con il “Washington Post” e il “New York Times”, in Spagna con “El País”, in Germania con “Die Zeit”, in Svezia con “Expressen” e “Dagens Nyheter”, in Inghilterra con “The Times”. Per la sua attività di autore e per l’impegno civile, gli sono stati conferiti il Premio Viareggio “Opera prima”, il Premio Nazionale Enzo Biagi, il Geschwister-Scholl Preis, il Premio Giornalistico di Lipsia, il Premio Manuel Vázquez Montalbán, l’European Book Prize, il David di Donatello e il Nastro d’Argento per la sceneggiatura di Gomorra. Dall’ottobre 2006 vive sotto scorta in seguito alle minacce ricevute dai clan che ha denunciato. Nel 2008 ha ricevuto la solidarietà di diversi premi Nobel e a novembre dello stesso anno è stato invitato in Svezia a tenere un discorso sulla libertà di espressione all’Accademia dei Nobel. Oltre a Vieni via con me Roberto Saviano ha ideato e condotto sempre con Fabio Fazio lo show Quello che (non) ho. Feltrinelli ha pubblicato la prefazione a Qui ho conosciuto purgatorio inferno e paradiso (2011) di Giacomo Panizza e Goffredo Fofi, Vieni via con me (2011), Super Santos (nella collana digitale Zoom, 2012), ZeroZeroZero (2013; audiolibro "Emons" Feltrinelli, 2014) e i romanzi La paranza dei bambini (2016) e Bacio feroce (2017).

Segnatevi questo appuntamento:
Un evento speciale del Salone Internazionale del Libro di Torino.
Lunedì 30 ottobre alle 21.00, Roberto Saviano presenterà il suo nuovo libro Bacio feroce 

L'ingresso è gratuito, ma è obbligatorio prenotarsi scrivendo a off365@salonelibro.it
Per info: 011 5184268 int. 901.
Filed Under: ,

"Festival delle lettere": i vincitori dell'edizione 2017 e il bando 2018

Buongiorno lettori, è Irene Romano la vincitrice dell'edizione 2017 del Festival delle Lettere.



C’era una volta la lettera. E invece c’è ancora, almeno a quanto dicono i fatti e i numeri. Dodici anni, oltre ventiquattromila lettere scritte rigorosamente a mano e una missione a guidare la prima e più grande manifestazione italiana dedicata alla scrittura in carta, penna e francobollo: riempire ogni forma di distanza, fisica, culturale o sociale attraverso una lettera.

Si è conclusa domenica 15 ottobre, l'edizione 2017 di questo bellissimo festival, che conta la collaborazione artistica di grandi nomi. Molti i premi assegnati e di seguito vi indichiamo i vincitori delle varie categorie:

Vincitrice LETTERA D’ORO - LETTERA A UN CERVELLO IN FUGA
Irene Romano
Leggi la lettera

Vincitrice TEMA LIBERO e premio speciale WRITING THE DISTANCE
Isabella Lanfranchi
Leggi la lettera

Vincitrice UNDER14
Carola Alborali Guerra
Leggi la lettera

Vincitrice Categoria Fuori Concorso LETTERA ALLA LUCE, in collaborazione con ItaliaAdozioni
Emilia Rosati
Leggi la lettera

Vincitrice LETTERA DAL CASSETTO
Maria Grazia Lala
Leggi la lettera

Vincitrice PREMIO ALLA LIBERTÀ
Elena Briganti
Leggi la lettera

Vincitrice premio speciale LETTERA DOLCE, in collaborazione con Zaini
Elisa Verrazzo
Leggi la lettera

Il bando per il 2018 è già aperto e questo è il tema che è stato scelto:


LETTERA A CHI HA CAMBIATO LA MIA STORIA.
Ognuno di noi è libero di scrivere la propria storia trasformando il mondo in un grande libro.
C’è però un elemento comune nelle storie di tutti noi: il cambiamento.
Alcuni reagiscono con un punto, altri vanno avanti scegliendo la virgola.

Il Festival delle lettere, anche quest’anno, vi propone un destinatario speciale: quel qualcuno o quel qualcosa che ha cambiato la vostra storia, nel bene o nel male.

Per partecipare, cliccate qui.

Filed Under: ,

George Saunders con "Lincoln nel Bardo", vince il MAN BOOKER PRIZE 2017

Cari lettori, questa non è solo una CacciaLibri, ma anche un TGbook.

Ebbene, George Saunders, autore di "Lincoln nel Bardo", in Italia pubblicato da Feltrinelli, è il vincitore del MAN BOOKER PRIZE 2017, il più importante riconoscimento dedicato agli autori di libri in lingua inglese pubblicati nel Regno Unito.

Cosa dicono del libro di Saunders:

“Un capolavoro di generosità e umanità.”
(Colson Whitehead)

“Delicato, profondo, autentico e divertente.”
(Thomas Pynchon)

“Un libro che rimette in discussione la nostra idea di romanzo.”
(The Washington Post)

“Saunders ottiene l’impossibile senza sforzo: siamo fortunati ad averlo.”
(Jonathan Franzen)


Titolo: Lincoln nel Bardo
Autore: George Saunders
Editore: Feltrinelli
Genere: Narrativa
Uscita: 31 agosto 2017
Pagine: 352
Prezzo (cartaceo): € 18,50
ISBN: 9788807032547
Prezzo (ebook): € 9,99
EAN-13: 9788858829585

Trama:
Febbraio 1862, la Guerra Civile è iniziata da un anno, e il Presidente degli Stati Uniti, Abraham Lincoln, è alle prese con ciò che sta assumendo i contorni di una catastrofe. Nel frattempo Willie, il figlio prediletto di undici anni, si ammala gravemente e muore. Verrà sepolto a Washington, nel cimitero di Georgetown. A partire da questa scheggia di verità storica – i giornali dell’epoca raccontano che Lincoln si recò nella cripta e aprì la bara per abbracciare il figlio morto –, George Saunders mette in scena un inedito aldilà romanzesco popolato di anime in stallo.
Il Bardo del titolo, un riferimento al Libro tibetano dei morti, allude infatti a quello stato intermedio in cui la coscienza è sospesa tra la vita passata e quella futura. È questo il limbo in cui si aggirano moltitudini di creature ancora troppo attaccate all’esistenza precedente come Willie, che non riesce a separarsi dal padre, e il padre, che non riesce a separarsi dal figlio. Accompagnati da tre improbabili guide di ascendenza dantesca, assisteremo allo sconvolgimento nel mondo di queste anime perse per l’arrivo di Willie, che è morto e non lo sa, e di suo padre, che è come morto ma deve vivere per il bene del proprio paese. Ascolteremo le voci – petulanti, nostalgiche, stizzose, accorate – degli spiriti e il controcanto della storia. Leggeremo nei pensieri di Lincoln e nella mente di suo figlio, uniti da un amore che trascende il dolore e il distacco fisico.
Il romanzo si svolge in una sola notte, in un territorio dove tutto è possibile, dove la logica convive con l’assurdo, le vicende vere con quelle inventate, dove tragedia e farsa si compendiano in un’unica realtà indifferenziata e contraddittoria. Come si può vivere, amare e compiere grandi imprese, sapendo che tutto finisce nel nulla.

L'autore:
George Saunders (Amarillo, Texas, 1958) ha pubblicato quattro raccolte di storie: Bengodi, Pastoralia, Nel paese della persuasione e Dieci dicembre. In più è autore dell’ormai famoso discorso agli studenti, L’egoismo è inutile. Elogio della gentilezza. Con il suo lavoro si è aggiudicato il Folio Prize e due volte il National Magazine Award. È stato incluso dal “New Yorker” nella lista dei “venti scrittori per il ventunesimo secolo” e nel 2013 è stato insignito del PEN/Malamud Award, il più prestigioso premio statunitense per gli autori di racconti. La rivista “Time” l’ha inserito fra le cento persone più influenti del mondo. Feltrinelli ha pubblicato Lincoln nel Bardo(2017), il suo primo romanzo.
Filed Under: ,

18 ottobre 2017

Incontro con Nicholas Sparks, Milano 15 ottobre 2017

Si è tenuto domenica 15 ottobre, presso il Teatro San Babila di Milano, l'incontro con Nicholas Sparks, in occasione del tuor europeo di presentazione del suo nuovo libro La vita in due, edito da Sperling & Kupfer.



Intervistato da uno splendido e frizzante Giorgio Mulè, direttore di Panorama, Sparks si è raccontato con grande semplicità, parlando di amore e di vita in modo molto spontaneo e sincero.



Spesso le storie che Sparks racconta nei suoi libri, si ispirano alle vicende di persone vicine a lui nella vita vera: ne La vita in due, lo scrittore ha voluto mettere il luce il rapporto con le sue figlie più piccole, essendo lui padre di cinque figli, tra cui teenager e ragazzi che invece già conducono la loro vita in modo indipendente.


La vita in due parla di una famiglia in apparenza perfetta, che però sotto alla superficie si sta sgretolando, è una storia di fallimenti e scofitte e... guarigione. 
È la storia di una guarigione. Di come le persone che ti stanno intorno possono aiutarti a ricominciare, con l'amore e l'affetto. Russel, il protagonista del libro, è passato dalle stelle alle stalle, ed è ritornato alle stelle.




Nel libro si parla di coppie, un ventaglio di tipologie che rappresenta benissimo la nostra società attuale: 
Ogni coppia è diversa, unica. I tempi cambiano, cambia la cultura, progredisce la tecnologia, ma le persone sono sempre fatte di sentimenti, prima come adesso.

Parlando appunto di tecnologie, i social media stanno cambiando il modo di approcciarsi agli altri, creano contatti e intarazioni forse prima più difficili da attuare: 
Vero, hanno il grande vantaggio di darti la possibilità di scambiare informazioni in modo molto rapido, ma di contro tolgono molto al contatto faccia a faccia. Offrono occasioni di incontri ma non è certo saggio postare su Twitter una foto compromettente con la tua amante.

La divisione dei ruoli all'interno della famiglia, o l'annullamento degli stessi, può essere il veicolo di una crisi famigliare? 
Sicuramente la divisione dei ruoli era più forte cento anni fa, anche se qualcuno ancora lo pensa. La cosa fondamentale è ricercare la felicità, ovunque essa sia. Poco importa chi esce a lavorare e chi resta in casa, l'importante è trovare la giusta direzione affinché la felicità possa essere la destinanzione da raggiungere. Bisogna crescere all'interno della coppia, continuare a sviluppare la propria storia, rafforzare i propri sentimenti. Io a casa lavo i piatti e ho sempre cambiato i pannolini ai bambini, andando a lavorare.

Domanda dal pubblico: "perché in ogni tuo libro deve sempre morire qualcuno?"
C'è una grossa differenza tra una Romance Novel e una Love Story.
Io scrivo Love Story. Io scrivo storie che vanno a toccare tutti i sentimenti, quelli universali, tutte le sensazioni e le emozioni degli essere umani, tra cui il dolore e la morte. Alla fine del libro, il lettore deve aver avuto la sensazione di aver vissuto una vita intera. Non voglio limitarmi a evocare solo una fantasia romantica. Ecco perché in ogni libro cerco di inserire lo spettro intero dei sentimenti, e quindi non posso tralasciare un decesso, che sia di un parente, di un amico, o del cane di famiglia. Poi non è detto che sia un decesso, può anche essere una persona che va in coma.



Cosa vede Nicholas Sparks davanti a sé, per il futuro: 
Dopo aver realizzato tutti i miei obiettivi, viaggiare, avere una bellissima famiglia e una splendida carriera, vi stupirò con la mia risposta: io davanti a me, vedo la pace interiore. C'è bisogno di vivere appieno il tempo, viverlo davvero. Meditazione, stretching, yoga, imparare a rilassarsi e lasciarsi andare.

Sparks è prima di tutto un grande lettore: è partito per il suo tour martedì e ora di sabato ha letto ben cinque libri. 
Leggo molto rapidamente e non amo guardare la televisione. Trovo sempre l'occasione per leggere, anche al semaforo quando è rosso o intanto che mi lavo i denti. 
Leggere è il consiglio che dà anche a tutti gli aspiranti scrittori, insieme a una rassicurazione che dà speranza a tutti: 
Fare centro non è semplice, ho inviato i miei lavori a 25 agenzie e 24 li hanno rifiutati.



Durante l'intervista, Sparks parla della sua casa e del luogo in cui vive, lo racconta con passione e ironia, con l'ottimismo che lo contraddistingue; parla dei suoi film preferiti, preferiti da molti in verità negli anni '90, tra cui Pretty WomanGhostDirty Dancing e Titanic.
Parla della sua passione per Stephen King.
Prende le distanze dai fattacci di cronaca che imputano a Harvey Weinstein, il co-fondatore di uno degli studios più importanti di Hollywood, accuse di molestie sessuali rivoltegli da attrici e sue dipendenti, condannando questo comportamento.
Sparks racconta i passaggi che trasformano i suoi libri in film, la stesura della sceneggiatura, la ricerca del regista giusto e del cast giusto.



Si parla di beneficienza, della fondazione di Sparks a sostegno dei giovani in difficoltà, per aiutarli a valorizzarsi e istruirsi.
Anche io ho ricevuto una borsa di studio grazie alle mie abilità atletiche e questo mi ha permesso di frequentare l'università. È lì che ho approcciato la scrittura, che ho scritto i miei primi due romanzi, mai pubblicati, ma sono loro che mi hanno portato dove sono ora.

L'incontro è stato molto ricco e ha regalato grandi emozioni al pubblico, anche al momento del firmacopia, dove abbiamo visto persone saltare dalla contentezza dopo aver ricevuto l'autografo e aver scattato la foto con il ricordo indelebile tanto agognato, dopo due ora di coda all'ingresso a teatro e altra attesa per l'incontro vis-à-vis.



Nicholas Sparks, è una persona talmente spontanea e gentile, ironica e spiazzante nella sua sincerità e nei suoi modi di fare, da averci lasciate di stucco.
Questo è esser talentuosi: aver lavorato sodo, e una volta raggiunto il risultato, non confondere mai la propria persona con la massa, rimanere fedeli a se stessi, usando sempre il cuore.

Unica nota dolente è stato il comportamento poco elegante di alcuni membri dello staff del teatro, che probabilmente hanno scambiato il pubblico per mandrie di bovini da condurre al pascolo. Ma nessuna soddisfazione per loro: sono stati sgradevoli ma non sono riusciti a rovinare il momento di grande ricchezza che autore e conduttore sono riusciti a regalarci.

Segue l'audio con l'intervista completa:



Barbi & Jess, in BookMission per voi: alla prossima!
Filed Under:

"La terra scivola" il nuovo libro di Andrea Segre in uscita per Marsilio

IN USCITA IL 23 NOVEMBRE 2017

Titolo: La terra scivola
Autore: Andrea Segre
Editore: Marsilio
Genere: Narrativa, romanzi, racconti
Uscita: 23 novembre 2017
Pagine: 176
Prezzo (cartaceo): € 17,50
ISBN: 978-88-317-2833-1

Trama:
Una voragine si apre, di notte, in una strada di un quartiere periferico di Roma. Da questa scena tanto reale quanto allegorica prende il via il romanzo, storia di una donna che una combinazione di eventi e di incontri costringe a ricercare e ritrovare una parte della propria vita che aveva a lungo tenuta nascosta a se stessa: come sotterrata, appunto. Lo sguardo attento di Andrea Segre ci restituisce, attorno alla vicenda principale, il ritratto di una popolazione multietnica, insieme sradicata e ricca di storie, di passato, di forza.

L'autore:
Andrea Segre (Dolo, Venezia, 1976; residente a Roma) regista di film e documentari, è dottore di ricerca in Sociologia della comunicazione. Da oltre dieci anni presta particolare attenzione al tema delle migrazioni. I documentari Come un uomo sulla terra (2008), Il sangue verde (2010),Mare Chiuso (2012, con Stefano Liberti), Indebito (2013, con Vinicio Capossela) hanno ricevuto numerosi premi e riconoscimenti. Il suo primo film di finzione, Io sono Li (2011) è stato premiato alla Mostra del Cinema di Venezia. Con Marsilio ha pubblicato Io sono Li (dvd + libro, con Marco Paolini, 2013) e FuoriRotta. Diario di viaggio (2013).
Filed Under:

"Il gigante sepolto", il libro del vincitore del Nobel per la letteratura 2017, Kazuo Ishiguro

"Il gigante sepolto" è il settimo romanzo di Kazuo Ishiguro, vincitore del Premio Nobel per la letterartura 2017 (QUI).

"Un racconto di straordinarie atmosfere, una storia di travolgente leggibilità da divorare tutta d'un fiato".
(The Guardian)

Titolo: Il gigante sepolto
Autore: Kazuo Ishiguro
Editore: Einaudi
Genere: Fantasy, letterature straniere
Uscita: 2 marzo 2015 (1a edizione) - 4 ottobre 2016 (Einaudi)
Pagine: 328
Prezzo (cartaceo): € 13,00
ISBN: 9788806231644

Il libro:
Il leggendario re Artú è ormai morto e la pace che ha imposto sulla futura Inghilterra resiste seppur fragile. Nella dimora buia di Axl e Beatrice, tuttavia, non c'è posto per nessuna pace. La coppia di anziani coniugi è afflitta da una sorta di inspiegabile amnesia. A causarla pare essere una strana nebbia che sta contagiando tutto il regno. Axl e Beatrice ricordano di aver avuto un figlio, ma non sanno piú dove si trovi, né che cosa li abbia separati da lui. A dispetto della vecchiaia e dei pericoli devono mettersi in viaggio e scoprire l'origine della nebbia incantata, prima che il ricordo di ciò a cui piú tengono sia perduto per sempre.

L'autore:
Kazuo Ishiguro è nato a Nagasaki nel 1954 e si è trasferito con la famiglia in Inghilterra nel 1960. Tutti i suoi romanzi sono tradotti in italia da Einaudi: Un pallido orizzonte di colline (1982), Un artista del mondo fluttuante (1986), Quel che resta del giorno (ultima edizione Super ET 2016), Gli inconsolabili (1995 e 2012), Quando eravamo orfani (2000), Non lasciarmi (ultima edizione Super ET 2016) e Il gigante sepolto (2015, ultima edizione Super ET 2016). Per Einaudi ha pubblicato anche la raccolta di racconti Notturni. Cinque storie di musica e crepuscolo (2009 e 2010). Da Quel che resta del giorno (Man Booker Prize 1989) è stato tratto un famoso film con Anthony Hopkins ed Emma Thompson. Nel 2008 il «Times» l'ha incluso fra i 50 più grandi autori britannici dal 1945. Nel 2017 ha vinto il Premio Nobel per la Letteratura.

17 ottobre 2017

"Il piano B": la guida ai Lit-Blog italiani pubblicata da Elle Emme edizioni

Cari lettori, oggi vi segnaliamo un libro particolare.
Si tratta di un manuale di consultazione, una guida vera e propria che spazia nel mondo dei blogger e naturalmente dei loro blog.

Il libro si propone di fare chiarezza e aiutare quindi gli autori a cercare il canale che fa per loro, utile alla pubblicizzazione del loro libro.

Non tutti i blog sono uguali e ,non tutti, trattano ogni genere letterario.

In questo libro disponibile sia in ebook che in cartaceo, troverete 96 blog, fra cui anche il nostro.

Ringraziamo le autrici per averci contattate.

Titolo: Il piano B
Autore: Roberta Andres, Simona Colaiuda, Lorena Marcelli
Editore: Elle Emme edizioni
Genere: Guide, Manuali
Uscita: 30 settembre 2017
Pagine: 140
Prezzo (cartaceo): € 6,24
Prezzo (ebook): € 2,99

Il libro:

Molti autori pensano che il lavoro sfiancante finisca dopo aver creato una trama avvincente, superato in modo rocambolesco il blocco dello scrittore, scritto la storia dando fondo a tutte le capacità tecniche e stilistiche conosciute: un vero e proprio percorso di sopravvivenza. Purtroppo all’elenco manca un ultimo elemento, quello che metterà alla prova la più tenace delle ispirazioni: far conoscere al mondo il proprio lavoro. Nessuno, neanche i tuoi genitori, acquisterà il tuo libro se non saprà che esiste e dove comprarlo. Questo discorso non vale solo per gli esordienti, ma anche per gli autori più noti. 
Qual è il tuo spazio sulla scena editoriale?
Siamo invasi da libri pubblicati in self, da case editrici più o meno grandi, più o meno serie, più o meno a pagamento. In altre parole: la scena editoriale è satura. Questo significa che tutti hanno la stessa difficoltà a ottenere una buona visibilità o a migliorarla: editori grandi o piccoli, autori conosciuti o in erba, di qualità o fetecchie.
I mezzi a disposizione sono numerosi: dal passaparola alle presentazioni, dagli articoli sui giornali alle recensioni. Non tutti hanno però la stessa efficacia né lo stesso costo; ecco perché chi ha maggiori disponibilità finanziarie avrà maggiore capacità di investimento. Inoltre, non tutti i veicoli promozionali hanno la stessa efficacia. E i blog ne hanno molta!
Penserete sia impossibile, ma vi assicuriamo che non lo è: molti autori non sanno ancora cos'è un blog e a cosa servono i Lit-blog.
«Come funziona e a cosa serve?» Ce lo hanno chiesto più volte e noi abbiamo cercato di dare una risposta con la piccola guida che ora avete fra le mani. Abbiamo raccolto i blog più famosi o contattati personalmente, abbiamo riportato le notizie e le informazioni presenti sugli stessi in modo da rendervi agevole la lettura e la consultazione. Nell’elenco ci sono i contatti e i riferimenti dei profili Social collegati agli stessi per aiutarvi a cercare i Blog da contattare, studiare, capire se recensiscono o segnalano un determinato genere, se partecipano a Blogtour o Giveaway, se hanno chiuso le richieste di recensioni o se offrono altri servizi: un lavoro che richiede tempo e pazienza e un ambiente in cui spesso gli autori non sanno come muoversi. Noi vi abbiamo facilitato l’opera e siamo certe che apprezzerete il nostro lavoro.

Le autrici:

Roberta Andres nata nel 1965, vive a Pescara; insegna Italiano nella Scuola secondaria e Scrittura creativa presso la Facoltà di Psicologia Clinica dell’Università “D’Annunzio” a Chieti (2009-2016). A partire dal 2007 tiene gruppi di scrittura creativa per l’Associazione Artis di Pescara; ha partecipato come relatrice a svariati Convegni sui temi della violenza di genere (congresso Sil, Bari 2007) e della scrittura autobiografica e terapeutica (Artelieu, Pescara 2009; Ewwa, Fermo 2016) 
Parallelamente ha collaborato con riviste di letteratura e didattica (Culturiana, Italialibri.net), curato la rubrica “Letteratura e psicologia” su Pagineblu e pubblicato articoli sul sito di Ewwa (European Women Writers Association) di cui è socia dal 2014. 
Ha iniziato a pubblicare raccolte di racconti per Bonacci (“Due estati a Siena” e “Margherita e gli altri”, Roma 1999). Ha vinto alcuni concorsi di narrativa, partecipato con suoi racconti ad alcune antologie e in particolare ad “Eva non è sola”, progetto per la raccolta di fondi contro la violenza di genere, presentato in varie manifestazioni e in alcune scuole. Readings dei suoi testi sono stati realizzati presso l’Associazione Lo Sbaraglio di Vimercate e la Scuola di teatro Artis di Pescara. 
A settembre 2015 è uscito il suo primo romanzo in ebook, “Le foto di Tiffany” edito da EEE. A marzo del 2017 “Perfetto blu” per Rizzoli,collana Youfeel. A luglio 2017 “Flora la pazza” per Amarganta edizioni. 
Da sempre, i suoi interessi primari sono la letteratura, la didattica e la psicologia; la sua attività professionale si muove tra l’insegnamento e la scrittura sia giornalistica che narrativa.

Simona Colaiuda vive a L’Aquila. È una neuroeconomista: ha conseguito due lauree magistrali una in Psicologia delle Organizzazioni e dei Servizi, l’altra in Economia e Commercio, e diversi master tra cui quello in Tecnica Assicurativa e quello in Executive and Corporate Coaching. È Master Practitioner PNL-Programmazione Neuro-Linguistica. Svolge professionalmente le attività di Intermediario Assicurativo e Business Coach. Lavora in team con i direttori della faculty coaching di U2coach, primaria scuola italiana di coaching, nel progetto U2coach4u. In ICF-International Coach Federation, la più grande associazione di Coach Professionisti al mondo, Italia Charter Chapter si occupa di formazione. La sua più grande passione è la scrittura. 
Ha collaborato con “Storie-Rivista Internazionale di Letteratura” e con altre riviste nazionali come esperto in coaching: Cronaca Rosa; Sesso & Psicologia; Donne & Psicologia. Attualmente collabora con la rivista nazionale “L’Agente di Assicurazione” edita dallo SNA-Sindacato Nazionale Agenti di Assicurazione come esperto economico-finanziario-assicurativo e cura la rubrica di Coaching nel periodico nazionale “Pink Magazine Italia”. 
Ha vinto numerosi concorsi di scrittura creativa e i suoi saggi sono pubblicati su diverse antologie. Tra le sue principali pubblicazioni ricordiamo: "Aquila Mater. Storie dal terremoto", Ed. Storie-Rivista internazionale di cultura, 2014; "Storie d’amore", Ed. Lettere Animate, 2015; "23", Ed. 13Lab, 2015; "Costruisci la tua felicità in tre atti", Ed. Aloha, 2017.

Lorena Marcelli, nata nel 1965, vive in Abruzzo e lavora in un Ente pubblico. Laureata in Giurisprudenza, scrive dal 2011 e ha vinto diversi concorsi nazionali, anche con importanti Case Editrici. MG Editore, “Intramontabili inquietudini quotidiane”- Raccolta di racconti; 
MG Editore, “Le figlie della Terra” - Romanzo, Sperling Privé, "Uno strano scherzo del destino", “Per averti”, “Avrò cura di te”, Concorso nazionale 50° Marcelli Editore di Ancona (omonimia puramente casuale). Primo posto assoluto con il thriller storico “L’enigma del Battista”, Casa Editrice EEE, Romanzo di narrativa “La Collina dei Girasoli”, Casa Editrice EEE,- Romanzo di narrativa “Un’altra direzione”. Ideatrice e curatrice del progetto “Eva non è sola” - Un’antologia contro la Violenza di Genere, Terzo posto al Premio Letterario Amarganta II Edizione, con il romanzo “La collina dei girasoli”, Ideatrice e curatrice del progetto “Mi corazòn y tu corazòn”, un’antologia per aiutare il popolo venezuelano.
Socia EWWA fino al 2016, (European Woman Association), ha partecipato con due racconti alle raccolte : “Italia, Terra d’amore, arti e sapori” e “E dopo Carosello tutte a nanna”.
Amarganta : prossima uscita romanzo romantico/erotico “Ho scelto me” con pseudonimo Laura Fioretti. Emma Book, Romanzo rosa “Un battito di ciglia” - con pseudonimo Laura Fioretti, Rizzoli collana YouFeel, “Silver Rose” romance/erotico pubblicato. In uscita romanzo storico con "Le Mezzelane" Casa Editrice.
Filed Under: ,

"Duemilalibri 2017", in corso la 18a edizione

Lettori, è corso d'opera la manifestazione "Duemilalibri" a Gallarate (VA). Uno dei grandi eventi culturali della provincia di Varese.

Alla sua 18esima edizione, fino al 22 ottobre 2017, Duemilalibri, è diventata nel tempo una vetrina dell'offerta editoriale che quest'anno avrà anche un ospite internazionale.


Fra i prossimi ospiti:

Ore 17.00 | Museo MA*GA
VALERIA BENATTI Gocce di veleno

Ore 18.00 | Museo MA*GA
NICHOLAS SPARKS La vita in due (Bestseller internazionale)

Ore 19.00 | Museo MA*GA 
MATTEO STRUKUL I medici. Decadenza di una famiglia (Vincitore Premio Bancarella 2017

Ore 18.00 | Ridotto Teatro Condominio
CLAUDIO PELIZZENI L’orizzonte ogni giorno un po’ più in là


Filed Under:

16 ottobre 2017

"Il cacciatore di sogni" prossimamente in libreria il libro per bambini e ragazzi di Sara Rattaro

IN USCITA IL 17 OTTOBRE 2017

«Posso raccontarti una storia?»
«Quale?»
«La storia di un ragazzino nato cieco da un occhio che ha salvato il mondo…»
Albert Sabin è stato il mio eroe ed è per questo che ho voluto raccontare la sua vita nella veste che merita, quella di una storia per ragazzi, perché "il cacciatore di sogni" ha tanto da insegnarci, ancora oggi. (Sara Rattaro)


Titolo: Il cacciatore di sogni (La storia dello scienziato che salvò il mondo)
Autore: Sara Rattaro
Editore: Mondadori
Genere: Narrativa, bambini e ragazzi
Uscita: 17 ottobre 2017
Pagine: 176
Prezzo (cartaceo): € 15,00
ISBN: 9788804683445
Prezzo (ebook): € 7,99
EAN-13: 9788852083112

Trama:
Luca, che da grande sogna di diventare pianista, ha una mano rotta, un fratello maggiore piuttosto fastidioso, una mamma rompiscatole e un aereo da prendere per tornare da Barcellona in Italia. E il 4 luglio 1984 e, su quell'aereo, la sua vita cambia per sempre. Luca incontra un eroe... No, non si tratta di Maradona, che in aeroporto ha attirato l'attenzione di tutti (e in particolare di suo fratello Filippo), ma di un misterioso signore che somiglia un po' a Babbo Natale e occupa il sedile accanto al suo. All'improvviso l'uomo gli chiede: «Posso raccontarti una storia?». Comincia così un'avventura straordinaria, fatta di parole e ricordi, con una sorpresa davvero inaspettata... l'avventura di un cacciatore di sogni, lo scienziato Albert Bruce Sabin. Età di lettura: da 10 anni.

Eventi:
Sara Rattaro presenterà "Il cacciatore di sogni" il 21 ottobre 2017 alle ore 17.00, presso l'Hotel Mediterraneé , Lungomare di Pegli, 69. Interviene Iris Alemano.

Articoli correlati:

L'autrice:
Sara Rattaro è nata a Genova. Laureata in Biologia e Scienze della Comunicazione, ha lavorato come informatore farmaceutico prima di dedicarsi completamente alla sua grande passione, la scrittura.